Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

fiorinoscritto

FAI qualcosa per Monesteroli!

Import 2020

Un tizio gentilissimo ci ha dato il permesso di prendere l’acqua dal rubinetto esterno di casa, anche in sua assenza. Senza la sua acqua, sarebbe stata veramente dura, soprattutto durante la risalita.

Seduta sulla sommità della scala monumentale, una coppia di anziani, imperturbabile e contemplativa, si prende una pausa nella discesa dal parcheggio del telegrafo.

I due anziani si rivelano essere gli stessi “settantanovenni” che una signora del posto, poco prima, sullo scoglio Montonaio, ci aveva decantato come i più longevi abitanti di Monesteroli: “passano qui tutta l’estate ma vengono spesso anche in inverno perché lei, dopo due settimane di fila passate a Spezia, va fuori di testa e allora vengono qui praticamente tutto l’anno.”

La signora ci spiega anche che assieme al marito – il tizio gentilissimo dell’acqua – e ad altra gente di Monesteroli, fanno parte dell’associazione “Per Tramonti” e sono impegnati da anni nella salvaguardia del posto, al quale non basta il blasone di sito UNESCO per sopravvivere, così come non basta far parte del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

La linea elettrica e il metano, qui non sono mai arrivati. Solo piccoli pannelli solari e un acquedotto irriguo permettono una fruizione meno spartana. Malgrado il caparbio e costante lavoro di pochi, se non si fanno interventi tempestivi e mirati, Monesteroli è perduto.

Serve mettere in sicurezza la frana, ripristinare la teleferica per portare la spesa e altri carichi, e manutenere il sentiero che dal crinale arriva al borgo e dal borgo al mare. Serve ricominciare a coltivare i vigneti. Alcuni docenti del Politecnico di Milano si stanno interessando ai problemi di conservazione di questo luogo, unico al mondo.

Ho deciso di fare qualcosa per Monesteroli, spinto dalla sua bellezza atipica eppure caratteristica, dalla condizione di precarietà in cui si trova oggi, dal caparbio entusiasmo dei suoi abitanti. Con questo post voglio esprimere la mia aderenza a questo progetto. E vorrei che la nostra comunità, a partire dalle scuole, rivendicasse e facesse qualcosa per questo luogo, che è il testimone più fragile, remoto e stupefacente del nostro passato. La nostra più antica lezione di educazione civica.

Dalla sinergia tra l’associazione “Per Tramonti” e gli stessi abitanti di queste piccole abitazioni rurali, è nato un comitato di supporto alla candidatura di Monesteroli ai “Luoghi del cuore FAI”, candidatura che lega quanti si sono identificati nel progetto di recupero del borgo, per un futuro sostenibile ed ecocompatibile.

Per votare clicca Luoghi del cuore FAI Monesteroli

Votare non costa niente e c’è tempo ancora una settimana. Votando farete aumentare la somma che il FAI mette a disposizione per la realizzazione di progetti di recupero come il nostro. Potete votare anche per più progetti.

Se non votate, qualcosa per Monesteroli la potete comunque fare: quando ci andate, evitate di sdraiarvi a prendere il sole proprio sotto la frana, evitate di andarci con le infradito e, soprattutto, portatevi più acqua del solito.