Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cultura e Spettacolo

Il Capodanno spezzino sarà senza nomi di spicco

Spoilerato su Facebook il manifesto della serata del 31 dicembre in Piazza Verdi e Piazza Cavour. Avrebbero dovuto venire i The Kolors, ma la data è saltata. Critiche e ironia sui social.

Import 2019

La lunga attesa per conoscere il programma della notte di Capodanno è finalmente conclusa, anche se per avere notizie ufficiali sembra si debba attendere ancora sino a domani. Il fatto è che la suddetta attesa non è stata propriamente ben ripagata.
Un anno fa il nome di spicco era quello di Dj Angelo, noto volto televisivo e storica voce di Radio Deejay. Due anni fa furono i Planet Funk, tre anni fa Peter Hook… insomma nomi per i quali poter scegliere di muovere l’auto e raggiungere il capoluogo. Quest’anno non sembra così. Quest’anno la Notte di San Silvestro spezzina non si distingue rispetto a quella dei centri abitati del circondario.

I motivi di un’attesa così lunga e dell’assenza di nomi di spicco risiedono nell’intoppo in cui gli organizzatori – i bergamaschi di FMedia che hanno ottenuto l’appalto della direzione artistica per una somma di 2.500 euro dall’assessorato alla Cultura in capo al sindaco Pierluigi Peracchini – sono incappati lungo il cammino. Nei loro programmi c’era l’esibizione in Piazza Verdi dei The Kolors, vincitori di Amici di Maria De Filippi nel 2015. Ma precedenti vincoli contrattuali hanno fatto saltare la data.

Ecco allora che il programma del 31 dicembre 2019, dalle 21 alle 2, sarà così composto.
In Piazza Verdi animazione con dj set e diretta su Radio number one con Laura Basile, Alex Peroni e Guglielmo Mergalli; ospiti Backstreet’s Back – Backstreet Boys Tribute Band.
In Piazza Cavour invece ci sarà un concerto di disco liscio latino americano con l’orchestra Giorgio Ikebana.

Sui social e nelle chat di Whatsapp sono già numerosi i commenti di rammarico, delusione e sarcastica ironia. Mentre a Palazzo civico è aperta la caccia al responsabile della fuga di notizie, visto che a rendere noto il programma sul suo profilo Facebook è stato il giornalista e scrittore Marco Ursano.