LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Rimane all'asta

Registrato qualche interesse per l’ex Iat, ma nessuno lo compra

L'ex sede dei giardinieri comunali figura sempre tra i beni della Provincia in alienazione, al prezzo minimo di 250mila euro.

L'ex Iat della Provincia

Come la bella di Torriglia: tutti la vogliono, ma nessuno se la piglia. E’ troppo grande per una piccola attività di accoglienza e al contempo troppo angusto per diventare una proposta di ristorazione. L’edificio dell’ex Iat della Provincia, immerso nel verde dei Giardini pubblici, a pochi metri dal monumento equestre di Giuseppe Garibaldi, da Via Diaz e Viale Italia, sembra destinato a rimanere ancora nel limbo.

Dismesso a fine luglio 2015, dopo essere stato inaugurato nel 2009, lo Iat aveva vissuto un’estate di pellegrinaggio da parte dei crocieristi disorientati.
A settembre dello stesso anno la Provincia lo mise tra i beni in alienazione , con una nase d’asta di 310mila euro.
“Il fabbricato consiste in un edificio indipendente costituito da un piano fuori terra di circa 127 metri quadrati e di una piccola corte esterna pertinenziale pavimentata di circa 100 metri quadrati. L’immobile risulta essere in buono stato conservativo e gli impianti sia elettrici che di riscaldamento sono a norma – si leggeva nella descrizione -. L’edificio confina nei quattro lati con i giardini pubblici di proprietà del Comune della Spezia, mapp. 309 (lato giardini storici). La struttura è realizzata con solai in ferro e laterizi con copertura piana”.

Nemmeno due anni dopo l’ex sede dei giardinieri del Comune (questa la funzione iniziale della struttura) era ancora tra i beni all’asta, ma l’offerta minima richiesta era nel frattempo scesa a 251.100 euro.
Un calo di prezzo che ha stimolato qualche interesse, ma che non ha portato a chiudere la partita. In Provincia, infatti, confermano di aver ricevuto qualche manifestazione di interesse, ma dopo i sopralluoghi del caso c’è sempre stato un ripensamento. E quasi sempre le motivazioni risiedono nelle dimensioni dell’immobile, troppo grande per accogliere un’attività che abbia un fatturato limitato e troppo piccolo per chi invece vuole investire nei grandi numeri.
La posizione, di per sé, sarebbe anche strategica, trovandosi a pochi passi dall’imbarco dei traghetti e lungo la direttrice percorsa dai crocieristi diretti verso il centro cittadino, ma allo stesso tempo non è ideale, essendo l’edificio parzialmente nascosto dalla vegetazione.

leggi anche
L'ex Iat della Provincia
C'è tempo sino al 12 marzo
Il Comune cerca un gestore per l’ex ufficio del turismo ai giardini chiuso da anni
L'ex Iat della Provincia
Necessario garantire l'accesso ai bagni pubblici tutto l'anno
Il Comune mette a gara l’ex Iat dei Giardini: concessione di 10 anni, canone annuo a partire da mille euro
L'ex Iat della Provincia
Tra i soci c'è il titolare della pasticceria fiorini
Affidato a una società spezzina l’ex Iat dei Giardini: ci saranno un punto ristoro e accoglienza e bagni pubblici “di lusso”