LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Asti: "a darci l´esempio sono i nostri ragazzi"

Bayreuth, scoperta la statua gemella di Wagner

Asti: "La cultura di un popolo rappresenta la sua stessa identità ma quando la cultura e l`arte sono tali e ‘perché il loro linguaggio diventa universale e quindi senza confini".

Scoperta la statua di Wagner a Bayreuth

E’ stata inaugurata quest’oggi a Bayrueth la statua che lo scultore russo Aidyn Zeinalov ha realizzato in occasione del ventennale del gemellaggio fra la città bavarese e la Spezia. Si tratta della sorella gemella di quella dedicata a Wagner posata a metà marzo nelle adiacenze di Piazza del Bastione. Oggi la cerimonia ufficiale naturalmente in La Spezia Platz, all’interno di una settimana densa di scambi, cominciata con l’inaugurazione della mostra “Locanda Universo” del Maestro Francesco Vaccarone in visione dal 3 al 6 aprile al palazzo comunale e dedicati al grande musicista. Una settimana tedesca per la delegazione spezzina guidata dall’assessore ai gemellaggi Paolo Asti in rappresentanza della giunta comunale: “Un gemellaggio che le nostre due città hanno voluto onorare prima di tutto con un´ospitalità della quale vi voglio ringraziare con tutto il cuore. A darci l´esempio sono i nostri ragazzi, i loro docenti, gli istituti scolastici che hanno cominciato ha collaborare ancor prima, offrendoci il migliore esempio. Noi come loro dobbiamo guardare ai nostri padri”.

Nel suo discorso Asti fa riferimento a Max Weber quando parla della professione della politica: “Passione, senso di responsabilità, lungimiranza. Passione nel senso di dedizione appassionata a una causa, lungimiranza nel senso di avere la capacità che la realtà opera su di noi con calma e capacità di rielaborazione interiore, in modo che alimentata dalla passione essa possa generare azioni utili alla società, ai popoli, alle nazioni, se adoperata con grande senso di responsabilità. Riflettevo su tutto questo pensando al nostro gemellaggio, all`amicizia delle nostre genti lunga ormai da più di venti anni. Un piccolo pezzo di strada fatto insieme che costituisce un esempio nella via dell´integrazione, del rispetto delle differenti culture in un´Europa che non può che unire le sue differenti voci, i suoi differenti dialetti senza disconoscerne alcuno, ma senza che uno prevalga sull`altro. La cultura di un popolo rappresenta la sua stessa identità ma quando la cultura e l`arte sono tali e ‘perché il loro linguaggio diventa universale e quindi senza confini”. Ancora Asti: “Sono molto felice che la cerimonia ufficiale di questo ventesimo anniversario veda tre artisti direttamente coinvolti in un omaggio a Richard Wagner. La pittura di Vaccarone, che trova nel titolo “Locanda Universo”, non solo il luogo in cui Wagner soggiorno alla Spezia, ma soprattutto lo spirito che lo attraversava rappresentato anche dall’omonima poesia di Fabio Ferrari, e la scultura del nostro caro amico Aidyn Zainalov che unitamente contribuiranno a imprimere non solo nei nostri cuori, ma anche nella piccola storia che ogni uomo lascia con il suo passaggio in questo mondo”.

leggi anche
La statua dedicata a Wagner
Una storia spezzina
Dove dormì davvero Richard Wagner?