LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Voltei aqui

ELE NÃO

go

Fischia il vento e infuria la bufera, scarpe rotte e pur bisogna andar…
Chi lo avrebbe mai detto che nel 2018, dopo ottanta anni devo iniziare un articolo cosí! Purtroppo devo farlo, purtroppo non abbiamo imparato, non entro del merito della situazione Italiana ormai li gli imbecilli mi considerano un extracomunitario, mi riferisco alla situazione qua oltreoceano, mi sembra di vivere il ventennio in Italia, è qualcosa di surreale!!!
Un Paese come il Brasile famoso per la sua felicitá, la sia allegria e il suo senso di Libertá e di tolleranza si sta trasformando in un film in bianco e nero, in odio, in ipocrisia, e tutto questo con l´appoggio deliberato della quasi totalitá delle sette protestanti e di settori importanti della chiesa cattolica. Stanno pregando l´odio inventando nemici inesistenti, non accettando il diverso, collocandosi sempre su un pulpito e condannando tutti, Odio Odio Odio, e sembra che abbiano piacere ad umiliare, a sentirsi ´´superiori“ inneggiando torturatori del passato, con balle nazionaliste instaurano panico e paura nella società. Tutto questo utilizzando i mezzi di comunicazione e le reti sociali, diffondendo ´´FAKE NEWS“ che diventano realtá. Forse questo é lo specchio di una societá che si nascondeva ma che esisteva e noi, da ingenui, abbiamo fatto finta di niente. Per darvi un esempio del clima che si respira qua in Brasile, la sera dello scorso sabato, mentre ero al distributore a fare benzina, un poliziotto in divisa mi ha aggredito per il semplice fatto di usare un adesivo contrario al loro candidato a Prisidente ( al primo turno ha preso il 46% delle preferenze) che loro chiamano ´´Mito“ , e mentre questo poliziotto urlava, volendomi obbligare a togliere l´adesivo (cosa che non ho fatto) molti in strada apoggiavano la polizia e gridavano il nome del candidato….
Forunatamente, come in italia nel ventennio, i ´´Partigiani“ esistono. Siamo in molti e siamo pronti a resistere. Nella periferia di Rio, nella Favela ´´Vila do Vintém“ é nato il ´´ Coletivo de Resistência Periférica“, questo grupo é formato da settori importanti dela societá che da sempre sono stati ai margini delle decisioni e che al massimo erano visti con compassione. Abbiamo bisogno del sostegno di tutti quelli che sono´´partigiani“, dobbiamo unirci in qualsiasi parte del mondo siamo.
Segue il contatto: c.r.periferica@gmail.com
Seguiranno altri articoli sulla sitazione attuale.