LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L'oro in bocca

L’implantologia non è… una commodity!

di Roberto Colombo

L’implantologia non è… una commodity!

Nel mondo finanziario una commodity è un bene fisico per il quale c’è domanda ma il cui valore non dipende da dove è prodotto. Esempi sono il petrolio o l’acciaio. Il petrolio prodotto in USA vale quanto il petrolio prodotto in Iran. Eccetera

Molte persone pensano che un dentista sia un dentista, un’otturazione sia un’otturazione, un impianto sia un impianto. Come una commodity.

Alcuni vanno a curarsi nelle catene (presunte) low cost, altri vanno addirittura all’estero a farsi mettere impianti; pensando, per esempio, di spendere meno.

In realtà non stanno comprando chili di acciaio o galloni di petrolio.

Dovrebbero poter pensare piuttosto a ricevere le cure giuste dopo una diagnosi giusta.

E le cure giuste dopo diagnosi giuste, e al prezzo giusto, si possono ricevere solo:

in uno studio bene organizzato
dopo una visita molto accurata
cui segue una diagnosi accurata
cui segue un piano di trattamento, con le possibili alternative terapeutiche
cui segue un piano di cure e un preventivo dettagliato
cui segue un consenso alle cure

Bisogna conoscere bene chi ti curerà, bisogna essere sicuri che sia i dentisti che gli igienisti siano laureati, che lo studio esegua sicure procedure di sterilizzazione.

I materiali usati non sono tutti uguali, gli impianti per esempio devono essere di alta qualità altrimenti le possibilità di “rigetto” aumentano.

Il chirurgo deve operare con delicatezza e competenza per le stesse ragioni, ovvero ridurre al massimo le possibilità di insuccesso.

Io stesso opero seguendo gli standard internazionali sin dal 1993, anno in cui ho iniziato i miei casi implantari, oltre il 90% dei quali funziona ancora bene

Tariffe troppo basse spesso nascondono delle pericolose scorciatoie.

La catena visita-diagnosi-cure deve essere virtuosa e trasparente. E chi vi cura deve assicurarvi un adeguato post cure. Soprattutto per una questione di responsabilità. Siete sicuri di averlo nel contesto di turismo odontoiatrico o in certi centri low cost dove, come è successo ad un mio attuale paziente, non si capisce chi e dove è il direttore sanitario o coloro che vi hanno curato, magari male?

Ah dimenticavo.

Quando pagate verificate che vi diano prontamente la fattura senza tante storie.

Anche questo non secondario dettaglio denota la professionalità che dovete ricercare nel VOSTRO dentista.

Per chiarimenti e approfondimenti scrivetemi all’indirizzo email qui sotto