Quantcast
La giunta Ponzanelli è fatta, Toti:"Sarzana può diventare un esempio" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Tutti gli assessori

La giunta Ponzanelli è fatta, Toti:"Sarzana può diventare un esempio"

Ufficializzata la squadra degli assessori, la novità è il docente di economia Daniele Baroni al bilancio. La sindaco: "Tutti soggetti civici disposti a mettersi in gioco per la città".

Presentazione della giunta Ponzanelli

A venti giorni esatti dalla netta vittoria al ballottaggio, Cristina Ponzanelli ha ufficializzato questa mattina la sua giunta, la prima di centrodestra, che l’accompagnerà alla guida di Sazana per i prossimi cinque anni. Una presentazione breve ma significativa vista anche la presenza di tutti gli esponenti della coalizione Toti, Giampedrone, Costa e Pucciarelli. “Voglio ringraziarli per il comportamento tenuto in questi giorni – ha detto la sindaco – e per il rispetto, la linearità e la piena fiducia che ho avuto. Avevo parlato della volontà di individuare consiglieri con incarichi specifici ma è necessaria una modifica statutaria destinata a durare alcuni mesi per cui tutte le deleghe sono state distribuite fra gli assessori. La loro scelta – ha aggiunto – ha seguito criteri già annunciati con l’individuazione di soggetti civici disposti a mettersi in gioco per la città e che hanno una loro vita professionale indipendente dalla politica”.

Una squadra ormai nota per quattro quinti con il vicesindaco Costantino Eretta (stamani assente per motivi familiari) che avrà deleghe a sanità, politiche per gli anziani, politiche familiari e sociali; la novità Daniele Baroni che sarà assessore a bilancio, personale, patrimonio e Demanio; Roberto Italiani che avrà sviluppo economico e attività produttive, commercio, servizi al turismo, consulte territoriali, ciclo dei rifiuti, politiche comunitarie e fondi europei. Barbara Campi si occuperà invece di lavori pubblici, urbanistica, toponomastica, mobilità e viabilità, decoro urbano, cura della città, ambiente, servizi cimiteriali e sport. Infine Stefano Torri a cui spetteranno sicurezza e Polizia Municipale, Protezione Civile, servizi demografici e trasparenza, rapporti con il consiglio comunale, politiche giovanili e lavoro. Ponzanelli, in armonia con la sua storia professionale e personale ha tenuto per sé le deleghe a segreteria generale, affari legali, società partecipate, comunicazione, marketing territoriale e promozione della città, relazioni internazionali e istituzionali, cultura, pari opportunità, politiche per l’infanzia e la disabilità.
Il presidente del consiglio sarà invece l’esperto Carlo Rampi ma la sua nomina avverrà solo con il voto dei consiglieri nella seduta di lunedì sera.

“Godetevi questo weekend perché sarà l’ultimo che avete libero – ha detto sorridendo il presidente Toti a assessori e consiglieri di maggioranza presenti in sala – abbiamo fatto un grande lavoro ed essere qui oggi è una grande soddisfazione. Ci sono tutti i presupposti perché questa città diventi un esempio, può tornare a crescere e stringere sinergie in primis con Spezia che con il nuovo waterfront sarà il vostro “sbocco al mare” e porterà qui migliaia di persone per le quali voi rappresenterete il punto di riferimento storico e culturale. Io – ha concluso Toti – penso alla Liguria come un comprensorio nel quale le città dialogano costantemente”.