Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

"Pd, una ristrutturazione non basta"

Lettera aperta di Paolo Bufano, ex membro della direzione provinciale del Partito democratico.

Paolo Bufano

Il Partito Democratico è la casa comune di tutti noi. Ha continuato ad esserlo anche quando – avendo litigato – abbiamo dormito in camere separate.
Ma non era stata costruita sulla roccia.
E la nostra incapacità di curarne la piccola e la grande manutenzione e di proteggerla dai tornado esterni, ma soprattutto la protervia con cui alcuni suoi reggitori ne hanno minato le fondamenta hanno reso questa casa comune un rudere inabitabile.
Non può dunque bastare una semplice ristrutturazione. Occorre demolirla e ricostruirla, recuperando l’architettura di fondo e i materiali di costruzione di pregio e salvando lo spazio, il volume politico che ha occupato al momento della sua fondazione (non quello espanso, frutto di illusione ottica, che è parsa occasionalmente avere né quello asfittico, misero, mutilato dai crolli più o meno colpevoli di oggi).
E per la ricostruzione occorrono progettisti, direttori dei lavori e capimastri nuovi e consapevoli degli errori del passato.
Tutti gli altri, e quindi quasi tutti noi, mettiamoci solo la manovalanza, più o meno qualificata. Servirà tutta, ed anzi – per come la gente si tiene oggi alla larga da questo edificio pericolante – potrebbe non bastare.

Paolo Bufano, ex membro direzione provinciale Pd