Quantcast
"Ci hanno lasciato una situazione disastrosa ma cambieremo Sarzana" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ponzanelli festeggia la vittoria

"Ci hanno lasciato una situazione disastrosa ma cambieremo Sarzana"

Bandiere, musica ed entusiasmo per la neo sindaco che mostra le chiavi del Comune: "Sara sempre aperto a tutti".

Festa insediamento Cristina Ponzanelli

“Ci avevano detto che senza tessere di partito quel portone sarebbe rimasto chiuso ma con noi il Comune sarà sempre aperto ai cittadini. Saranno cinque anni di duro lavoro ma realizzeremo tutti i progetti”. Cristina Ponzanelli lo ha detto questa sera mostrando le chiavi di palazzo Roderio a tutti i suoi sostenitori convenuti in piazza Matteotti per la festa di insediamento dopo la storica vittoria al ballottaggio di domenica.

Un’iniziativa fatta di grande entusiasmo, ringraziamenti, cortei e bandiere sventolate con orgoglio nel cielo sarzanese. Quelle della Lega, di Sarzana Popolare e i vessilli arancioni cari a Giovanni Toti che ha aperto l’evento parlando di “una vittoria epocale e salutare perché quando non c’è alternanza si finisce per malgovernare. Sarzana – ha detto il presidente della Regione – esce da un passato fatto di rassegnazione ed entra in un futuro nel quale Cristina saprà conquistarsi la fiducia dei cittadini ogni giorno. Oggi sembra tutto facile ma un mese e mezzo fa non eravamo in molti a crederci, non dobbiamo abituarci ma continuare a lavorare. Qui ‘il piatto’ sarà il bene di Sarzana e di tutte le persone indipendentemente dall’appartenenza”.
Poi il senatore Biasotti: “L’ultima volta che sono entrato in Comune l’ho fatto da Governatore, erano tutti rossi ma vedo che non ce ne sono più. Mai avrei pensato di vivere questa gioia a Sarzana e ringrazio Giampedrone per averci sempre creduto”.
Per la folta rappresentanza dei Popolari ha parlato invece l’ex ministro Lupi: “Ringrazio Giovanni Toti perché è stato il primo a conquistare la fiducia dei liguri, e Sarzana Popolare che ha racchiuso l’idea di passione e amore per la comunità”.
A scaldare i molti cuori leghisti è stato invece il neo sottosegretario Edo Rixi: “Le vittorie arrivano quando si hanno grandi soldati da schierare sul territorio – ha detto alla piazza – e voi siete riusciti a liberare Sarzana. Quello che è successo è un sogno e fuori da Spezia in pochi capiscono il valore di questa vittoria. Anche se provano a dividerci – ha affermato stringendo a sè Toti – continueremo ad essere uniti e a vincere”.
“Grazie per aver reso possibile quello che non lo era – ha chiuso la neo sindaco – sono state due giornate piene di emergenze da gestire, ci hanno lasciato una situazione disastrosa e lo abbiamo subito notato negli sguardi dei dipendenti, la nostra vittoria sarà cambiare Sarzana”. Poi la musica, gli immancabili selfie e la torta offerta dai sostenitori che hanno l’hanno accompagnata alla vittoria.