LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Turismo, Sarzana popolare: "Dovremmo essere nel Dmo con Golfo e Ameglia"

Sarzana popolare, uno scatto per augurare buon Natale

“Ci fa molto piacere che anche il consigliere regionale Michelucci finalmente cominci a realizzare quale sia l’indirizzo del turismo vero, quello che ha i numeri. Ben venga quindi l’incremento in numero e frequenza delle corse dei treni che collegano Sarzana con le 5 Terre. Già dall’ incontro pubblico sul turismo organizzato da Sarzana Popolare nel mese di novembre 2017, al quale erano presenti Gianluca Giannecchini, consulente di marketing turistico ed il consigliere regionale Andrea Costa, era scaturita questa proposta che è già conosciuta in ambito regionale dagli addetti ai lavori”. Così in una nota Sarzana popolare.
“D’altronde – prosegue la forza di centrodestra – già da tempo Sarzana Popolare sta cercando in tutti i modi (articoli sulla stampa, incontri pubblici) di stimolare questa Amministrazione, che peraltro sul punto mai ha proferito parola, ad aderire al D.M.O.- Golfo e Terre di poeti cui già hanno aderito i comuni di Ameglia, Lerici, Porto Venere e La Spezia. Questo si è un progetto con delle potenzialità enormi proprio in funzione di attirare ed offrire percorsi turistici anche a chi è indirizzato alle 5 Terre.
Ma il Comune di Sarzana, in sordina e senza confronto alcuno con gli operatori ne’ con i cittadini, ha fatto approvare dal ministro Franceschini, frettolosamente ed in extremis rispetto alla scadenza, il distretto turistico con i comuni della Val di Magra e bassa Val di Vara. Comuni che hanno un attrattiva turistica ben minore rispetto ai comuni sopra citati aderenti al progetto D.M.O.
Si continua ad agire ed a prendere decisioni senza il coinvolgimento degli operatori ne’ dei cittadini rischiando di perdere occasioni che riteniamo fondamentali per lo sviluppo turistico del nostro territorio.
Ed il dubbio che rimane, per voler essere prudenti, è che il DMO non sia stato preso in considerazione perché ideato e voluto da comuni di altro orientamento politico.
E questo sarebbe gravissimo.
Pertanto chiediamo agli operatori del turismo ed a tutte le attività che vivono anche di turismo, di farsi parte attiva con noi per stimolare l Amministrazione a considerare seriamente l adesione a tale innovativo e lungimirante progetto prima che sia troppo tardi”.