Quantcast
La comunità di Sesta Godano e le sue frazioni si preparano per la fine dell'anno - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cultura e Spettacolo

La comunità di Sesta Godano e le sue frazioni si preparano per la fine dell’anno

Presepe vivente di Chiusola

Tutto è pronto per la IV edizione del Presepe Vivente di Chiusola. La manifestazione è inserita nel contesto del secondo itinerario di #borghidapresepe, la rassegna di presepi nelle borgate delle frazioni di Sesta Godano. Il giorno 30 sarà possibile visitare i presepi di Airola, presso il Santuario di Nostra Signora della Fontana; Antessio, presso la Chiesa di San Lorenzo; Pignona, lungo il borgo e nella Chiesa di Santa Croce, e infine il Presepe Vivente di Chiusola.

Ogni borgo ha una sua storia, una propria tradizione e un proprio presepe da mettere in mostra. Prima tappa della giornata sarà il borgo di Chiusola – arrivo previsto intorno alle ore 15:30. Lungo le vie del borgo fortificato, posto a protezione e chiusura della Valle del Gottero da tempi immemorabili, si aprirà un percorso di sapori e colori della tradizione ligure, animato da oltre 50 figuranti.

Si prosegue alla volta di Antessio, antica borgata alle pendici dell’omonimo monte, luogo caro agli amanti dei bei paesaggi e della natura incontaminata, alcuni avvistamenti confermerebbero i picchi del Monte Antessio come luogo privilegiato in cui ancora oggi nidifica l’aquila. Il presepe di Antessio è allestito all’interno dell’Antica Parrocchiale di San Lorenzo e riproduce il borgo, con i suoi volti, le piazze, le case che si susseguono in giochi di cromie e bei paesaggi.

Ad Airola il presepe è allestito nel Santuario di Nostra Signora della Fontana, luogo dove nel XVI secolo apparve la Madonna alla giovane Caterina Greppi “già mutola in nativitate”. Ad oggi il Santuario è un luogo particolarmente caro a tutta la comunità sestagodanese e al visitatore che fra il verde che circonda l’edificio può ancora oggi riconoscere la pace e riconciliare il proprio animo lontano dai ritmi soffocanti del tempo moderno.
Pignona mette in mostra i saperi di un tempo e la vita del borgo dei “natali passati”, fra i volti e i caruggi si ritrova la vecchia osteria, la cantina, le foto d’epoca fino a raggiungere la chiesa in cui è allestita con semplicità e grande cura la natività.
Per chi volesse condividere il viaggio e la scoperta sarà possibile partire in “comitiva” con mezzo proprio da piazza Marconi di Sesta Godano (SP)alle ore 15:00. Fuori dall’itinerario e sempre visitabili in quanto allestiti in spazi aperti i presepi di Groppo, Mangia e Cornice.