Quantcast
Messa in sicurezze del torrente Pignone, ci sono i soldi - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Messa in sicurezze del torrente Pignone, ci sono i soldi

Casale di Pignone: il borgo e l'oratorio rinati dopo l'alluvione

Due milioni e 900mila euro per interventi di difesa del suolo in 20 Comuni liguri. Sono stati stanziati dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alla Protezione civile e all’ambiente Giacomo Giampedrone, proseguendo sulla strada della mitigazione del rischio e della prevenzione dei danni alluvionali. L’individuazione degli interventi è stata fatta utilizzando i criteri di priorità dettati dalle condizioni di rischio e dalla possibilità di una sua sensibile riduzione. Dagli interventi sono interessate tutte e quattro le Province liguri. “Si tratta di una programmazione annuale – spiega l’assessore Giampedrone – che riguarda aree e situazioni con livelli elevati di pericolo dove vogliamo intervenire a tutela dell’incolumità pubblica e per andare incontro alle richieste provenienti dai territori. E’ un quadro articolato di interventi che sono contenuti nei singoli piani di bacino e che dimostrano in maniera evidente il netto cambio di marcia rispetto al passato con il grande impegno della nostra giunta su questo tema per noi del tutto prioritario”.
Tre i Comuni in Provincia della Spezia coinvolti: Bolano (adeguamento idraulico canale Villa), Pignone (progettazione preliminare dei lavori per la messa in sicurezza del torrente Pignone), Varese Ligure (monitoraggio della frana in località Noci Finoli).

Più informazioni