Quantcast
"Gentsoglou fatica in un centrocampo a due, sulle fasce mai saltato l'uomo" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

In rete con Corrado

"Gentsoglou fatica in un centrocampo a due, sulle fasce mai saltato l’uomo"

di Corrado Colombo

13.05.2014 SERIE B EUROBET SPEZIA - VARESE 2-1 GENTSOGLOU

Vittoria vitale che permette allo Spezia di rientrare nei play off. Mangia insiste sul 4-4-2 con Sammarco e Gentsoglou in mezzo al campo, esterni Schiattarella a destra e Culina sinistra e davanti la coppia gol Ebagua-Ferrari. Lo Spezia parte forte arrivando prima su ogni pallone. Conquista subito tre calci d’angolo che batte in tre modi diversi dimostrando di aver lavorato parecchio sulle palle inattive a favore.
Il Varese in fase difensiva arretra con le punte a metà campo per poi andare a pressare, lo Spezia fa girare palla con Gentsoglou che va a prendersela all’altezza della difesa, con Sammarco che si allunga e con gli esterni di centrocampo che si accentrano, lasciando la corsia libera per Baldanzeddu da una parte e Migliore dall’altra. Da una ripartenza sbagliata di Migliore nasce il gol del Varese: Corti prende palla, serve Bjelanovic tra le linee che la serve a sua volta a Zecchin sulla destra. Qui Migliore si trova tra Zecchin, che con il pallone si accentra, e Fiamozzi che arriva in sovrapposizione : palla sul secondo palo sponda di testa e Momente’ non marcato da Lisuzzo fa gol…Per fortuna dopo solo sette minuti lo Spezia pareggia: gran tiro di Sammarco che colpisce la traversa, la palla rimane in area e arriva come in fulmine Ebagua e fa l’1-1. Sembra tutto tornato nella normalità ma al 23′ nuova occasione del Varese che nasce sempre dalla fascia destra. Culina non segue l’inserimento di Fiamozzi che serve una palla al centro che Bjelanovic non prende.

Lo Spezia cerca di fare gioco con Gentsoglou che si abbassa sulla linea dei difensori a prendere palla: secondo me lo fa inutilmente perché i passaggi che fa lui li potrebbero fare tranquillamente i difensori. Il problema è che Culina e Schiattarella non saltano mai l’uomo e Ferrari ed Ebagua devono in po’ arrangiarsi sulle poche palle sporche che arrivano. Su un errore di superficialità di Leali, il Varese potrebbe raddoppiare ma Bjelanovic non riesca a far gol. E siccome la legge del calcio non perdona a pochi secondi dalla fine del primo tempo, arriva un rigore che Ferrari trasforma. Ci si ritrova in vantaggio, prima dell’intervallo. Nel secondo tempo Mangia sostituisce Gentsoglou con Appelt: parere personale, il greco fa fatica a giocare in un centrocampo a due perché in fase di non possesso non ha la gamba per andare a pressare in avanti ma arretra sempre. Dopo 7′ il Varese rimane in dieci per l’espulsione di un ingenuo Rea. Sottili fa uscire un evanescente Bjelanovic inserendo in difesa Trevisan, lo Spezia controlla con fatica la gara e porta a casa tre punti importanti. Bene: ora lo Spezia deve trovare la continuità di risultati se vuole arrivare ai play…non è facile visto che anche martedì il bel gioco non si è proprio visto… ma, è evidente, a questo punto del campionato conta di più essere cinici e concreti.