Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Novembre - ore 11.13

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Ragioniamo sulla possibilità di zone di allerta più ristrette e precise"

"Ragioniamo sulla possibilità di zone di allerta più ristrette e precise"

Sarzana - Val di Magra - Oggi Santo Stefano è stato l'unico comune della provincia assieme al capoluogo che ha deciso di tenere le scuole aperte. L'assessore alla Protezione civile santostefanese, Jacopo Alberghi, su Facebook ha commentato questa scelta, articolando poi una riflessione sul sistema di allertamento. "Con allerta arancione - ha esordito - non esiste un obbligo di chiusura 'automatico' delle scuole: ogni comune è chiamato a decidere secondo il proprio Piano di Protezione Civile, tenuto conto delle proprie criticità territoriali (diverse da comune a comune) e previsioni. Scelte difficilissime, che vengono “lasciate” agli amministratori. Io credo che qualche modifica al sistema debba essere introdotta, perché la “zona C” di cui alle allerte Arpal (che riguarda la nostra provincia) si estende da Portofino a Ortonovo! Mi pare evidente che le previsioni, già difficili in generale, per una zona così vasta non possano essere identiche (e precise) per ogni comune".

"Noi al momento come Comune ci siamo organizzati - ha continuato -, rinnovando una convenzione con un gruppo di Previsori specializzati, MeteoApuane, che esegue monitoraggi costanti con strumentazione posta direttamente sul nostro territorio; aiutandoci nei momenti più complessi. Ieri abbiamo deciso, credo responsabilmente e senza panico, secondo i dati scientifici disponibili per scuole aperte e di volta in volta ci troviamo a dover scegliere, cosa non semplice (per nessuno). Provvedendo poi con i monitoraggi notturni tramite C.O.C..
A mio avviso, e lo dico solo come possibile spunto di riflessione per auspicabile integrazione del sistema generale, possiamo valutare almeno due possibilità: o si stabilisce che con allerta arancione la chiusura è obbligatoria, sempre e per tutti i Comuni (con il rischio che con la pioggia le scuole siano sempre chiuse); oppure si potrebbero valutare “zone territoriali di allerta” più ristrette e quindi più precise, come ad esempio mi pare avvenga in Toscana.
Personalmente propenderei per la seconda strada, perché chiudere sempre le scuole è sicuramente la scelta più semplice ex ante ma non è detto sia sempre la più giusta".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News