Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Settembre - ore 17.49

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cocaina ed eroina spacciate davanti ai bambini, blitz a Sarzana | Video

Una decina di provvedimenti emessi culminati in un arresto, una denuncia ed esplusioni dal territorio nazionale. La Polizia ha intercettato le zone di spaccio sarzanesi ed è intervenuta con un'indagine lampo.

clientela anche da massa carrara e genova
Cocaina ed eroina spacciate davanti ai bambini, blitz a Sarzana

Sarzana - Val di Magra - Droga allo skate park, al parco giochi, alla stazione ferroviaria a poche decine di metri dai bambini che giocavano. Il brusco stop per una fiorente attività di spaccio a Sarzana è stato stroncato da un'indagine lampo della Polizia di Stato che ha portato a un arresto in flagranza di reato, cinque misure cautelari con divieto di dimora per cinque persone, nove espulsioni dal territorio nazionale e una denuncia a carico di una donna per detenzione ai fini di spaccio.
A tenere in mano il giro era un gruppetto di cittadini marocchini che nella zona di Crociata e della stazione ferroviaria avevano messo su un'attività di spaccio, paragonabile al via vai di un negozio di vicinato, di eroina e cocaina. La stoccata al giro, con un blitz in piena regola, è arrivata dopo circa tre mesi di indagini a seguito delle quali il Commissariato di Sarzana, la Squadra mobile e l'Ufficio immigrazione hanno fatto squadra arrivando ai provvedimenti.
Gli scambi avvenivano erano rapidi, con un passaggio di dosi da due a tre grammi alla volta, a pochi passi anche dai bambini e la situazione aveva creato non pochi grattacapi anche per i genitori che andavano a prendere i bambini a scuola, oppure li accompagnavano a giocare al parco. La Polizia è entrata in gioco anche con agenti in borghese che si mescolavano tra i genitori oppure semplici fruitori dei parchi. La certezza che lo spaccio avvenisse in questi contesti per i destinatari dei provvedimenti è sopraggiunta l'aggravante per l'attività illecita sotto gli occhi dei più piccoli.
Nell'ambito del blitz la Polizia ha fermato e rintracciato tre dei cinque destinatari del provvedimento e nel corso delle attività nelle zone di spaccio è stato arrestato in flagranza di reato un altro cittadino marocchino che alla vista degli agenti, si dava a precipitosa fuga ma, prontamente bloccato, veniva trovato in possesso di 11 dosi di cocaina, custodite all’interno di altrettanti involucri in cellophane termosaldati, pronte per essere cedute a terzi.
Ma non è finita qui. Agenti e investigatori hanno accertato che la clientela arrivava anche da fuori provincia. Infatti, la stazione ferroviaria era un ottimo crocevia per le decine di clienti che arrivavano da Massa Carrara e anche da Genova. Ed è proprio una donna di quelle zone ad essere stata denunciata per detenzione ai fini di spaccio. Quest'ultima è stata trovata in possesso di un discreto quantitativo di stupefacente che per gli investigatori poteva essere rivenduto in un'altra piazza di spaccio.
"Una delle persone fermate - ha spiegato il capo della Squadra mobile Girolamo Ascione - aveva con sé un coltello a serramanico e alcune dosi di droga confezionate con altre dosi da taglio. Questo significa che quando lo abbiamo fermato stava raggiungendo il luogo dove solitamente confezionavano lo stupefacente da rivendere. Le indagini state coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica della Spezia Elisa Loris e il Giudice per le Indagini Preliminari Mario De Bellis che ha convalidato i provvedimenti. Questi spacciatori erano specializzati in queste zone, erano stanziali e il loro giro molto conosciuto, una sorta di negozio sempre disponibile. Inoltre nel tempo avevano condotto anche comportamenti pericolosi camminando ad esempio sui binari all'interno della stazione ferroviaria".
Gli accertamenti tecnici si sono incrociati con quelli amministrativi dell'Ufficio immigrazione coordinato dal vice questore aggiunto Anna Maria Ciccariello. "Nell'ambito di questa operazione - ha spiegato - siamo riusciti a portare a termine 9 espulsioni dal territorio nazionale. Abbiamo svolto un grande lavoro tecnico con le autorità consolari per avviare le operazioni di rimpatrio. In un anno questi uffici ne hanno emessi altri 96".
Sarzana sotto la lente, dunque, dopo la recente visita del questore Burdese di venerdì scorso con il Comitato ordine e sicurezza assieme alla prefettura e che si affianca all'operazione di Rfi per ripulire la zona della stazione, da tempo diventata crocevia di degrado e spaccio. Una situazione che il commissariato di Sarzana monitora con cinque nuovi agenti.
"Quest'azione - ha aggiunto il dirigente del commissariato di Sarzana Gianluca Fargnoli - è frutto di controlli che regolarmente si svolgono sul territorio. Con l'arrivo di questi nuovi agenti non solo il monitoraggio è più capillare ma i controlli sono aumentati del 30 per cento passando da 2.035 controlli nel 2018 ai 3184 di quest'anno".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

29/10/2019 - Cocaina ed eroina spacciate davanti ai bambini. Scatta l'operazione "Skate park"


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News