Vasoli: "Clima litigioso attorno al Pd non serve"

Sarzana - Val di Magra - "Chi ha a cuore il bene del PD e della città non si rivolge costantemente ai media, alla ricerca di protagonismo per favorire il proprio punto di vista ed opporsi alle idee altrui, ma cerca di confrontarsi nei luoghi e con gli organismi deputati". E' quanto afferma il segretario del Partito Democratico di Sarzana Giovanni Vasoli rispondendo a Paolo Bufano (QUI).
"Come Segretario dell’Unione Comunale di Sarzana - aggiunge - sto dando seguito al mandato unanimemente conferitomi dalla Direzione del PD, di fare quanto è possibile per creare le condizioni affinché Sarzana continui ad essere governata da un’amministrazione di centrosinistra che ponga al centro della propria attività un programma ispirato ai valori che caratterizzano la nostra cultura. Credo che sia questo che la nostra gente si attenda da tutti coloro che rappresentano il nostro variegato mondo. Tutti dobbiamo fare il massimo sforzo per lavorare a un progetto di città che possa tornare ad appassionare quanti in questi anni hanno abdicato alla cittadinanza attiva. Sono certo che ragionando insieme ci renderemo conto che molte sono le sensibilità e gli obiettivi che ci uniscono. Ben venga la critica, purché costruttiva e non strumentale.
Basta creare un clima costantemente litigioso e facile allo scontro. Rischiamo cosi di fare il gioco delle destre - conclude Vasoli - i cui valori non hanno nulla a che vedere con i valori fondanti di Sarzana, con la sua straordinaria storia fatta di solidarietà e antifascismo su cui, sono certo, la città intende continuare a costruire il suo futuro".


27/09/2017 18:00:56


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy