Convenzione

Saliceti e Boscalino, ai Comuni oltre mezzo milione di compensazione

La proposta di Recos è un contributo una tantum pari a 4,29 euro per abitante.

Sarzana - Val di Magra - Quattro euro e 29 centesimi per ogni abitante. Questo quanto Recos, società del Gruppo Iren, intende corrispondere a titolo di compensazione ambientale ai comuni interessati dagli esistenti impianti di Boscalino (trattamento organico e verde, compostaggio) e Saliceti (trattamento indifferenziato, Cdr). Si tratta di un contributo rivolto ai comuni di Arcola, Bolano, Follo, La Spezia, Santo Stefano Magra e Vezzano Ligure. Un ristoro economico una tantum, destinato quindi a 'chiudere' la situazione, senza rinnovarsi in futuro. E che, come detto, riguarda gli insediamenti esistenti, come confermano dall'azienda, e non eventuali future realizzazioni. E il pensiero qui, in primis, va al dibattutissimo tema del biodigestore anaerobico che Recos intende realizzare nel 'fagiolo' di Saliceti, accanto all'impianto che tratta indifferenziato. La compensazione ambientale proposta da Recos è regolata da una convenzione tra la s.p.a. e i singoli Comuni, che dovranno affrontare la pratica in consiglio comunale. Esordirà in questo senso il parlamentino di Bolano, che si esprimerà sulla convenzione in occasione del consiglio di dopodomani, mercoledì 15 gennaio.

Nella convenzione all'esame del consiglio, in particolare, si legge che l'operazione di revamping dell'impianto di Saliceti (che è sotto il comune di Vezzano) e i lavori di adeguamento di quello di Boscalino (Arcola) “hanno determinato disagi per i territori e le comunità” dei sei comuni prima menzionati. Ma di quali somme parliamo, quindi? È chiaro che la parte del leone la farebbe La Spezia. Il Comune capoluogo riceverebbe circa 390mila euro. Seguirebbero Arcola e Santo Stefano con rica 43mila. Sull'ordine dei 32mila euro le somme destinate a Bolano e Vezzano Ligure. Chiuderebbe il comune di Follo che, in virtù dei suoi circa 6.300 residenti, incasserebbe da Recos grossomodo 27mila euro. Per la società del Gruppo Iren l'esborso complessivo sarebbe quindi di circa 570mila euro.


13/01/2020 19:41:47


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy