In aula

Ex cava Brina in tribunale, si va a giugno

Stamani l'udienza preliminare. Ancora nessun pronunciamento su eventuali rinvii a giudizio.

Sarzana - Val di Magra - Si aggiornerà a giugno il procedimento penale relativo alla gestione e all'ambientalizzazione della ex Cava della Brina di Santo Stefano Magra: da un lato l'ente comunale, ritenuto parte offesa, dall'altro la società Castagna Settimo, per la quale il Pubblico ministero ha chiesto il rinvio a giudizio in merito a presunti reati di natura ambientale, vale a dire conferimento nella ex cava di materiali non conformi rispetto a quanto pattuito. Stamani in aula al cospetto del dottor De Bellis, per l'udienza preliminare, presenti solo i legali delle varie parti: l'avvocato Corradino per la Castagna Settimo, l'avvocato Magnanini, in sostituzione dell'avvocato Sommovigo, per la ditta Inerteco, infine per il Comune di Santo Stefano l'avvocato Birga, che ha presentato la costituzione parte civile dell'ente e ha chiesto la citazione, in qualità di responsabili civili, delle società Castagna Settimo e Inerteco. L'udienza di stamani non ha quindi portato verdetti sugli eventuali rinvii a giudizio. Prossima tappa, come detto, a giugno, il giorno 22, sempre in sede di udienza preliminare.


26/01/2021 16:33:54


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie