Tedeschi: "Il ruolo importante delle guardie volontarie del Parco"

Sarzana - Val di Magra - "Le manifestazioni che il Parco di Montemarcello-Magra-Vara ha messo in campo in questa estate così duramente colpita dalla pandemia stanno avendo un significativo successo, dalle passeggiate ambientali, a quelle storiche (Cavanei e Portesone) alle rievocazioni di grandi collaboratori del Parco (le tre giornate di rappresentazione artistica dedicate al prof Calzolari nel sito di San Lorenzo), agli sport d’acqua nel Vara e ancora al sostegno delle produzioni locali, dalla costa al Vara, mi permettono di sottolineare l'impegno dei funzionari a tutti i livelli, dal centro di educazione ambientale ai tecnici che, seppur in un numero esiguo hanno permesso il successo delle nostre iniziative. Ma mi si permetta una menzione particolare alle Guardie volontarie, figure troppo spesso sottovalutate, ma fonte principale di controllo per la tutela ambientale, faunistica, ittica, e su quanto di educativo-ricreativo, viene proposto dal Parco. Una presenza costante". Lo afferma il commissario del Parco naturale regionale, Pietro Tedeschi.

"I Guardaparco con poteri di polizia amministrativa e quindi pubblici ufficiali nell’adempimento delle loro funzioni, sono sempre presenti sul territorio - prosegue il commissario - tanto da essere impiegati in affiancamento alla polizia locale dei Comuni che lo hanno espressamente richiesto, ai controlli del rispetto del lockdown, non mancano in queste manifestazioni, e per la sicurezza dei partecipanti e per l’osservanza e il rispetto delle regole". A loro, unitamente ai militi volontari della Pubblica assistenza lericina, va il plauso del presidente.


11/07/2020 10:47:32


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie