In attesa di riaprire...

Civico, le biglietterie diventano tre. Ipotesi tagliandi a domicilio

La giunta comunale ha deciso di affidare il servizio di vendita e riscossione a Spezia risorse: ci sarà anche l'implementazione dei servizi di acquisto online.

La Spezia - Il giorno in cui i teatri potranno riaprire al pubblico si avvicina, ma nessuno ancora sa quale sarà. Al Civico, però, non si sta con le mani in mano ad attendere e nei mesi scorsi è stato dato corso ad alcuni lavori di manutenzione e riqualificazione del teatro (leggi qui). E' dei giorni scorsi, invece, un'altra novità che riguarderà gli spettacoli e gli spettatori del palcoscenico di Piazza Mentana.

L'attività di vendita dei biglietti e riscossione delle entrate comunali verrà affidata a Spezia risorse e nell'ambito di questo passaggio di consegne ci saranno interventi che mirano a migliorare le possibilità di accesso ai tagliandi.
Ecco perché con l'entrata in scena della società in house del Comune della Spezia i punti di vendita fisica dei biglietti passeranno da uno a tre e ci sarà un incremento delle possibilità di acquisto online.
Oltre che alla biglietteria del Teatro Civico i biglietti potranno essere acquistati presso gli uffici di Spezia risorse di Via Pascoli (almeno sino a quando non saranno trasferiti, pare, in Via La Marmora) e presso il piano terra di Palazzo civico, in Piazza Europa.

Stando all'atto approvato a inizio settimana dalla giunta comunale, c'è anche "la previsione della possibilità di un servizio di consegna a domicilio dei titoli di accesso per i residenti nel Comune della Spezia, con un evidente efficientamento del servizio a favore di una maggiore accessibilità dello stesso da parte dell’utenza".
Inoltre "attraverso una gestione di tale servizio da parte di Spezia risorse si risponderebbe pienamente a tutti i criteri fissati dalla normativa vigente in ordine all’adozione obbligatoria del sistema Pago PA per le pubbliche amministrazioni secondo le scadenze fissate per legge" e "si produrrebbero per l’ente risparmi rispetto ai diversi costi di gestione diretta del servizio (hardware, software, personale) pari a circa 30mila euro all’anno a fronte di un evidente rafforzamento e sviluppo quantitativo e qualitativo del servizio di front office all’utenza e delle modalità di riscossione di tale cespite di entrate, in base ad istruttoria effettuata dagli uffici ed agli atti degli stessi".


13/01/2021 16:15:04


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie