Olii esausti e scarico fossa: finiva tutto al depuratore

Guardia Costiera e Arpal ipotizzano il conferimento fraudolento di 7 tonnellate di rifiuti speciali. Segnalati un ristoratore, la società di trasporto e quella di smaltimento.

Golfo dei Poeti - Finivano al depuratore comunale. Ma erano rifiuti che dovevano essere conferiti ai consorzi in grado di attivare i trattamenti adeguati. La Guardia Costiera della Spezia, in particolare l'ufficio locale marittimo di Lerici, insieme ai tecnici dell'Arpal, hanno accertato negli scorsi giorni uno smaltimento illecito di rifiuti verificatosi durante l’anno 2018. Secondo l'ipotesi degli inquirenti, circa 7tonnellate di grassi e oli provenienti dalle cucine di un ristorante, misti a fanghi di fosse settiche prelevati dalla Fossa Imhoff della stessa attività commerciale, confluivano presso un depuratore comunale. In aperta violazione della normativa che prevede che i grassi e olii derivanti dalle cucine, considerati rifiuti speciali, debbano essere smaltiti tramite un apposito servizio di raccolta e trattamento degli olii e dei grassi vegetali e animali esausti.
Per legge viene chiamato in causa il principio di co-responsabilizzazione per la corretta gestione del rifiuto e quindi sono stati identificati e deferiti alla magistratura tutti i soggetti coinvolti nell’intera filiera, a partire dal produttore del rifiuto – cioè il titolare del ristorante – agli operatori e ai legali rappresentanti della ditta che ha effettuato il trasporto, oltre ai responsabili e legali rappresentanti della società adibita allo smaltimento. L’ipotesi di reato ravvisata è quella relativa di attività di gestione di rifiuti non autorizzata.


06/02/2020 14:56:31


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie