storrs chiama la spezia

Il Connecticut chiede aiuto al CMRE per battere Covid

Il centro NATO della Spezia fornirà un modello matematico in grado di predire l'evoluzione del contagio. Così il governatore Lamont potrà decidere se e quando allentare il lockdown. Il software originariamente sviluppato per le azioni anti pirateria.

Golfo dei Poeti - Quando e come allentare il lockdown in modo da evitare che il contagio da Covid riparta? L'Italia se lo chiedeva due mesi fa, molte parti degli Stati Uniti si interrogano oggi sulle stessa delicata materia. Anche il piccolo stato del Connecticut, punta meridionale del New England con circa 3,5 milioni di abitanti. Per darsi una risposta hanno fatto una chiamata a migliaia di chilometri di distanza, ovvero al Centre for maritime research and experimentation della NATO che ha sede alla Spezia. Oltre alle importanti ricerche sulle comunicazioni sottomarine e sui robot, il centro spezzino lavora infatti da tempo sui processi decisionali, aspetto fondamentale per gestire una catena di comando non solo militare.
E così l'Università del Connecticut con sede a Storrs ha deciso di interrogare proprio gli esperti internazionali del CMRE per sviluppare un modello in grado di predire l'andamento del contagio. Il lavoro, che finirà sul tavolo del Consiglio dell'accademia della scienza e dell'ingegneria, servirà al comitato scientifico come supporto all'azione amministrativa del governatore democratico Ned Lamont. Il Connecticut conta ad oggi più di 46mila casi, ma la percentuale di positivi sui nuovi test giornalieri è in discesa allo 0,6%.
Gli algoritmi utilizzati nascono in ambito navale, in particolare per l'attività anti pirateria. "La collaborazione si basa sul modello sviluppato dal CMRE per predire in maniera accurata la futura posizione di una nave - fa sapere la NATO -, che sono solitamente utilizzati per identificare atteggiamenti anomali e quindi la potenziale presenza di illeciti. Le tecniche matematiche sono simili a quelle usate per descrivere gli schemi di propagazione di un virus". Per validare il modello predittivo sono stati usati dati del contagio estratti dal caso dell'Italia e da quello statunitense. "Il centro NATO in Italia ha scienziati di livello mondiale che possono applicare le proprie conoscenze a nuove aree della scienza e assistere i Paesi Alleati nel contrastare la propagazione del coronavirus", le parole della dottoressa Catherine Warner, direttrice del CMRE.


03/07/2020 13:06:12


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie