Mercato moto, il 2019 chiude in positivo: +4,9%. Spicca l’elettrico

Fuori provincia - Il mercato delle due ruote ha registrato un aumento pari al +4,9% nel 2019. Nonostante il sensibile calo relativo al mese di dicembre, il numero delle immatricolazioni ha segnato un aumento del 5,7% rispetto al 2018. Per quanto riguarda le moto si è contato un +6,3%, ossia più di 98.000 vendite, mentre gli scooter hanno segnato un +5,2%, superando le 133.000 unità; questi ultimi rappresentano oltre il 50% delle vendite totali, dimostrando ancora una volta il loro grande impatto sul comparto.

Consumatori sempre più green: +77% per gli scooter elettrici

In controtendenza rispetto al quadro generale, i “cinquantini” hanno fatto registrare un lieve calo (-2,7%) rispetto al precedente anno, dovuto principalmente al fenomeno dilagante dei veicoli in sharing, in voga soprattutto nelle grandi città della Penisola, che mette in prima linea le scelte “green” dei consumatori. L’anno appena cominciato, infatti, promette piuttosto bene da questo punto di vista: la spinta ecofriendly, sta coinvolgendo sempre più settori, compreso quello dei motori. La maggiore consapevolezza dei consumatori dell’impatto che ogni loro scelta ha sul pianeta è alla base di questo cambiamento profondo e radicale, ma anche il lato economico ha il suo peso, come vedremo più avanti. A confermare questa grande ondata green è l’interesse mostrato dagli acquirenti per i ciclomotori elettrici nell’ultimo anno: questi ultimi sono infatti cresciuti del 77%, andando a compensare ampiamente il suddetto calo di vendite.

Tutti i vantaggi dell’elettrico

Dal punto di vista dell’impatto ambientale, i veicoli elettrici sono praticamente insuperabili, non producendo emissioni nocive per il pianeta e per la nostra salute; anche l’inquinamento acustico è azzerato, fattore che rende questo tipo di veicoli ulteriormente vantaggiosi. Per quanto riguarda i consumi, se si considera che una ricarica completa di questi veicoli permette di percorrere circa 120 chilometri a fronte di una spesa inferiore ai 2 euro, la convenienza rispetto a quelli tradizionali appare lampante. Anche la manutenzione è molto meno impegnativa, considerando l’assenza di alcuni interventi come il cambio dell’olio, ad esempio, e la batteria risulta molto durevole nel tempo, cosa che ammortizza le spese in maniera ulteriore. Chi è interessato all’acquisto di una moto elettrica può informarsi al meglio riguardo alle caratteristiche tecniche dei modelli presenti sul mercato sfruttando risorse utili come il listino di Dueruote, ad esempio, e ridurre i costi approfittando degli incentivi e dei bonus messi a disposizione dal Governo e dalle Regioni, grazie ai quali si può decidere di rottamare il proprio veicolo a benzina e comprarne uno elettrico con un prezzo ridotto del 30%. Il vantaggio economico non riguarda solo il prezzo al momento dell’acquisto: anche i costi di assicurazione e di bollo risultano notevolmente inferiori, cosa che rende il passaggio all’elettrico allettante per tutte le tasche.


14/01/2020 08:24:36


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy