maltempo

Nuovi fondi per Varese Ligure, preoccupazioni per la viabilità

Il sindaco Lucchetti spiega: "C'è molta attenzione e ne siamo soddisfatti. Collegamenti stradali cruciali".

Cinque Terre - Val di Vara - Venerdì mattina scatterà l’ora X per il Comune di Varese Ligure che scoprirà quanti fondi regionali riceverà a fronte delle emergenze causate dal maltempo per gli anni 2018 e 2019. A fare il punto della situazione su cosa serva al territorio è il sindaco Gian Carlo Lucchetti che in due anni sul suo territorio ha registrato danni per un totale che sfiora i 4 milioni di euro. Della recente ondata di maltempo, dove la Val di Vara ha pagato un prezzo altissimo a livello di danni, è difficile levarsi dalla mente l’immagine dell’esondazione del fiume Vara a San Pietro Vara. A questo si aggiungono i problemi della viabilità provinciale che, come precisato anche dalla Provincia della Spezia, “vive” nelle somme urgenze.
“Venerdì sapremo – ha spiegato il primo cittadino - , a fronte del bilancio 2020, a quanto ammonteranno i finanziamenti relativi a tutte le segnalazioni partite dal nostro territorio dal 2018. Qualcosa però si sta muovendo, notiamo che c’è una buona attenzione. Abbiamo avuto danni per due milioni di euro circa sia nel 2018 che l’anno successivo. In parte sono lavori già finanziati, in una tranche, che prevedevano un’erogazione su tutti e due gli anni. Noi abbiamo fatto i progetti e appaltato i lavori. Non è stato semplice perché le scadenze erano a settembre e ce l’abbiamo fatta. Abbiamo ricevuto 600mila euro. Sempre per le emergenze del 2018 sarebbe dovuta partire un’altra tranche ma è subentrato l’alluvione del novembre appena passato e quindi una parte dei finanziamenti dell’anno precedente sono stati utilizzati per altre somme urgenze”.

“Speriamo che ci siano fondi previsti anche per la Provincia - ha proseguito il sindaco - perché a seguito del maltempo c’è stato un pesante deterioramento del manto stradale. Mancano spesso i fondi per la manutenzione ordinaria e straordinaria, le cifre sono esagerate. Le strade nonostante tutto sono transitabili e gli occhi sono puntati sulla Provinciale 523 e a Torza dove ci sono delle limitazioni di peso. A livello di collegamenti c’è preoccupazione perché con i limiti a 250 quintali vengono penalizzate le attività economiche. Speriamo anche in un intervento di Anas”.


28/01/2020 17:55:07


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie