Alla scuola dell’infanzia di Bocca di Magra inaugurato “Il Giardino racconta”

Si tratta di una decorazione esterna dell’edificio realizzata dai bambini e raffigurante i personaggi di Leo Lionni.
Val di Magra - Si è inaugurato questa mattina presso la scuola dell'Infanzia Leo Lionni a Bocca di Magra il progetto "Il giardino racconta" finanziato dal Comune di Ameglia e realizzato dai bambini della scuola insieme alle insegnanti e all'associazione Arte Logica Ludica di Gabriele Landi. Si tratta di un pannello di 10 mt raffigurante i personaggi delle storie di Leo Lionni ed affisso nella parete esterna dell'edificio. 
“Il percorso - dice Serena Ferti, Assessore Pubblica Istruzione - è stato strutturato in diversi incontri nel corso del quale i bambini hanno approfondito l'opera di Leo Lionni in modo coinvolgente e divertente, successivamente - continua l'Assessore -  i bambini e le insegnanti hanno scelto lo spazio esterno del giardino a cui far "raccontare" le storie ascoltate e ne è nato questo splendido capolavoro. Complimenti davvero a tutti, passare davanti a questa scuola d'ora in poi farà tornare tutti un po’ bambini”.
“L'idea del progetto "il giardino racconta" - dice il Sindaco De Ranieri, presente all'inaugurazione - nasce come collegamento tra l'intitolazione della scuola a Leo Lionni avvenuta lo scorso anno, la didattica di questa scuola fortemente incentrata sulla lettura sin in tenera età e la riqualificazione del giardino avvenuta nel corso di questa estate. Come Comune siamo stati molto contenti di permettere la valorizzazione di tutti questi aspetti e finanziare un bellissimo lavoro che lascia anche un segno importante nell’edificio”.


05/05/2017 20:28:20


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.