Marinella invasa dalla schiuma dopo il temporale

Ancora problemi sulle spiagge, Baudone: "Domattina contatteremo Arpal. In questi mesi abbiamo fatto il possibile".
Sarzana - Val di Magra - Non c'è pace per Marinella alle prese con una stagione fin qui avara di soddisfazioni per balneatori, residenti e turisti. Partita in ritardo e non a pieno regime per la pulizia delle spiagge e le operazioni di dragaggio, ha infatti risentito anche in questi giorni di una situazione sempre più delicata con l'acqua sporca in superficie e i detriti ancora dal smaltire subito a ridosso degli stabilimenti. L'ultimo problema in ordine di tempo si è verificato nella tarda mattinata di oggi quando il violento acquazzone e il mare mosso hanno lasciato sulla spiaggia una notevole quantità di schiuma densa e inspiegabile che ha alimentato il comprensibile disappunto di operatori e cittadini. Contattato in serata da Cds l'assessore del Comune di Sarzana Massimo Baudone ha spiegato: “Ho notato anch'io la strana presenza della schiuma che si è depositata su una parte del litorale e domattina provvederò a contattare Arpal per avere indicazioni in merito anche perché gli ultimi rilievi erano tutti conformi. Vogliamo capirne la provenienza e se possibile evitare il ripetersi di certi eventi”.

Nel pomeriggio Baudone era invece intervenuto in una discussione su Facebook in merito alla situazione del litorale di Marinella: “La pulizia della spiaggia – ha puntualizzato - è un obbligo per i concessionari, ovvero stabilimenti balneari, chioschi etc. L'Amministrazione comunale tra la fine di aprile e il mese di maggio ha provveduto, vista la straordinarietà dell'evento a rimuovere il materiale ligneo e stoccarlo previa autorizzazione nell'area a fianco alla Litoranea. Questa attività è costata oltre 30.000 euro ma era concordata con la Regione che si era impegnata a trovare ulteriori risorse per smaltire il materiale e così ha fatto. Infatti la regione Liguria ha stanziato 300 mila euro per lo smaltimento del materiale stoccato a Marinella e Fiumaretta. Ancora prima di far tutto questo nel gennaio scorso, abbiamo pubblicato un bando sperimentale del Ministero dell'Ambiente, per la pulizia delle spiagge, purtroppo il bando non ha dato l'esito sperato e siamo ricorsi a ciò che sinteticamente vi ho spiegato. Ora Acam, che e' il destinatario del contributo regionale, sta aspettando le autorizzazioni dalla Provincia della Spezia e dall'Arpal, per portare il materiale a discarica per poi smaltirlo. Per quanto riguarda Marinella – ha aggiunto – nei mesi scorsi abbiamo presentato il Piano di riqualificazione del Litorale e delle spiagge (che non è il Progetto Marinella-Fiumaretta), e' in corso la procedura per arrivare entro l'anno all'approvazione definitiva di tale piano. Si spera quindi che dal 2015 Marinella possa veramente cambiare verso! Abbiamo poi inaugurato lo scorso 3 maggio il ponte sul Parmignola (opera progettata per le piene duecentennali - valore del' opera 1 milione di euro); è in corso il progetto per la realizzazione della sponda dal ponte del Parmignola al mare, costo dell'opera 730 mila euro; è stata avviata nel maggio scorso la raccolta porta a porta dei rifiuti per le attività commerciali e per le attività balneari, ed entro luglio partirà anche per le utenze domestiche (residenti e non); sono in corso, seppur con ritardo, i lavori dell'ampliamento del depuratore di Portonetti, che permetterà di allacciare alla fognatura l'abitato di Marinella e le attività balneari. Insomma – ha concluso - un po' di cose in un'anno di Amministrazione abbiamo cercato di farle e di portare a termine quelle che erano in corso”.


08/07/2014 20:40:43


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia


























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy