Mai più sole: inaugurato il centro antiviolenza di Sarzana

Fortemente voluto dall'Amministrazione lo spazio di ascolto sarà gestito dalle volontarie dell'Associazione Vittoria.

Sarzana - Val di Magra - “Mai più sola” è lo slogan che ha accompagnato oggi l'inaugurazione dell'omonimo centro antiviolenza di Sarzana, allestito negli spazi che prima ospitavano i servizi sociali del Comune sotto la Pubblica Assistenza. L'obiettivo del presidio, fortemente voluto dall'Amministrazione e dall'attivissima Associazione Vittoria, è quello di fornire un punto di ascolto e di assistenza in grado di offrire alle donne vittime di violenze e abusi supporto psicologico e appoggio legale in un territorio non immune ad episodi di questo tipo.
“Spero che questo luogo diventi un punto d'incontro per tutte le donne della Val di Magra che si trovano in difficoltà – ha detto l'assessore alle pari opportunità Giulia Chiatti - e che necessitano di ogni tipo di aiuto. Siamo giunti a questo importante risultato dopo un anno di intenso lavoro portato avanti dalle volontarie dell'Associazione Vittoria che hanno seguito corsi di formazione per poter dar vita a questo che, non voglio definire 'uno sportello', ma un vero e proprio punto di ascolto”.
“Oggi è un giorno molto importante per il Comune, per le ragazze e per tutta la comunità – ha aggiunto la vicesindaco Elisabetta Ravecca - che s'inserisce in un fondamentale processo di cambiamento che sta portando il tema della violenza di genere fuori dalle mura domestiche consentendo di intervenire e contenere un fenomeno che sta avendo conseguenze drammatiche per tantissime donne e che le volontarie di 'Vittoria' sono decise a combattere con grande energia. Dobbiamo anche ringraziare – ha concluso – il sindaco Cavarra che ha avuto la lungimiranza di puntare su una Giunta che non aveva mai avuto un numero simile di quote rosa”.
Il primo cittadino, presente all'inaugurazione con il dirigente del commissariato di Polizia Gianluca Fargnoli e il capitano della Compagnia dei Carabinieri Giovanni di Bella, ha ricevuto anche i ringraziamenti dell'assessore Sara Accorsi che ha elogiato l'impegno della collega Chiatti che “ha saputo cogliere la grande determinazione e la forza di volontà di queste ragazze che hanno voluto dare vita a questo percorso di sensibilizzazione verso un problema che deve essere affrontato con tutti i mezzi a disposizione”.
L'associazione è attiva ormai da alcuni mesi grazie al lavoro e all'entusiasmo di un gruppo di donne della VVal di Magra ed è nata con lo scopo di sensibilizzare la città sui temi del femminicidio e della violenza di ggenere dando un aiuto concreto e solidale. Attività che da oggi potrà essere concentrata nel centro di ascolto di via Falcinello.
“Questo non è un punto di arrivo ma di partenza – ha concluso la presidente Daniela De Lucchi – siamo riuscite in questo primo obiettivo ma proseguiremo con lo stesso impegno. Cercheremo di rompere il silenzio che spesso avvolge la violenza di genere e fornire un punto di riferimento per tutte coloro che ne avranno bisogno, garantendo rispetto, riservatezza ed autonomia di scelta, dando supporto psicologico e appoggio legale”.

Il centro antiviolenza sarà aperto il lunedì e il sabato dalle 9 alle 13.30 e il giovedì dalle 14 alle 19.00. Sarà inoltre possibile contattare le volontarie dell'associazione Vittoria al 3343793354 oppure via mail all'indirizzo associazionevittoria@gmail.com


27/06/2014 18:15:11


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie