"una vergogna"

Casini: "Il sito turistico di Sarzana è chiuso e Comune investe altri soldi nei social"

Sarzana - Val di Magra - “E' una vergogna”. Così la capogruppo di Siamo Sarzana Beatrice Casini, che spiega: “Il 10 luglio 2019, con determina dirigenziale n.636, il comune di Sarzana affidava per 12.000 euro la “gestione dei social media (Facebook e Instagram) alla ditta Cube service Srls. Il 9 luglio 2019, quindi il giorno prima, sempre alla medesima ditta veniva affidato per 9000 euro il servizio di realizzazione di un sito web promozionale della città (QUI). Oggi il sito è chiuso”. Il portale infatti è inaccessibile anche dal link presente sul sito dell'ente.

Ma l'esponente dell'opposizione prosegue: “Oggi leggiamo anche di un altro incarico, per 11.000 euro, sempre per la gestione di social network. Perché si: a Sarzana si amministra sui social network, e tutto gira intorno a quello. All’immagine, allo slogan, alle frasi belle e ad effetto. Sto pensando che è una vergogna perché il Sindaco e’ già di per sé dotato di un ufficio stampa, di uno STAFF organizzatissimo, dipendente, e pagato decine di migliaia di euro l’anno. In tempi di estrema difficoltà per tutti, commercianti e cittadini, si continua a dare le colpe ai 4 venti, a raccontare che non ci sono soldi ma nel frattempo si è prontissimi ad investire 11.000 euro per una cosa - devo dire- molto utile e necessaria per tutti”.


17/10/2020 12:05:43


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie