"Così rischiamo zona rossa"

"Lombardi e piemontesi in arrivo in Liguria, troviamo subito soluzioni"

L'invito di Ferruccio Sansa: "La politica deve tutelare salute ed economia, anche con provvedimenti impopolari".

Liguria - "Un'altra fuga dalle regioni rosse verso la Liguria? Oggi c'è traffico sulle autostrade dalla Lombardia e dal Piemonte verso la nostra regione". Così in un post su Facebook il consigliere regionale Ferruccio Sansa, che osserva che "per affrontare il Covid molto si può imparare dall'esperienza. Che cosa è successo a febbraio? Quando già era chiaro che in Lombardia la situazione era drammatica ci fu chi aprì, anzi, spalancò le porte a chi arrivava dalle zone a rischio. Arrivarono a migliaia per comprensibile paura, per passare il lockdown nelle case di vacanza e, magari, per cene elettorali. Il risultato fu che il virus esplose anche in Liguria.
Ora rischia di presentarsi una situazione simile. Me ne parlavano oggi i colleghi di opposizione Luca Garibaldi, Gianni Pastorino e Fabio Tosi: finché non entreranno domani in vigore le nuove regole previste dal Governo, da Piemonte e Lombardia potranno arrivare decine di migliaia di persone che potranno rientrare poi a casa quando vorranno".

"Prima, e non dopo, che il problema si presenti - continua - occorre pensare a una soluzione. Che non significa essere ostili verso i nostri vicini, ma saper prevedere problemi che possono cacciare la Liguria in zona rossa tra un paio di settimane. Con un danno enorme per la salute e l'economia. A marzo si era pensato alle autodichiarazioni di chi arrivava. I risultati furono scarsi. Ma far finta di niente rischia di essere perfino peggio. Pensiamoci subito, anche con provvedimenti impopolari. La buona politica è questo: saper prevedere, tutelare salute ed economia, prima che il consenso. Voi che ne dite?".


05/11/2020 19:31:56


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie