"Cavalcata onda Serie A"

Centi: "Ecco i risultati della filosofia di Toti". Il sindaco: "Politica non c'entra"

Contagi in crescita e nuova ordinanza, botta e risposta tra il consigliere di opposizione e il primo cittadino Peracchini.

La Spezia - “Dopo avere passato la primavera e l'estate a rassicurare tutti per assecondare l'onda elettoralistica dei 'riaperturisti' a ogni costo, ecco la rapida inversione a U”. Così, attraverso i social network, il consigliere comunale spezzino Roberto Centi (LeAli), candidato alle regionali nella Lista Sansa, ha commentato l'ordinanza siglata da Toti (QUI) con cui ieri la Regione è tornata a mascherare la provincia della Spezia. Una valutazione che ha innescato uno scambio della domenica mattina tra il docente esponente del centrosinistra e il sindaco Pierluigi Peracchini. “Guardi che sono indicazioni delle autorità sanitarie, tenuto conto del numero di positivi, del numero dei ricoverati, delle persone in terapia intensiva e dell’età degli stessi. La politica non c’entra nulla! Quando vuole le spiego approfonditamente”, ha osservato il primo cittadino. “Il senso di marcia errato non è quello del provvedimento sulle mascherine, che è doveroso – il commento-risposta di Centi -, ma quello precedente, frutto di una precisa scelta politica, di volere sempre rimarcare che il governo esagerava in prudenza e che si poteva allentare la presa. Da qui i provvedimenti per anticipare aperture in diversi settori prima dell'estate, la riduzione del distanziamento sui treni regionali, l'affermazione che distingueva subito tra discoteche pure e discoteche bar/ristorante e molto altro, tra cui il cavalcare l' onda dello Spezia in A in quelle serate indimenticabili ma incoscienti. Una filosofia che non poteva non fare facile presa sia sui giovani che sulle categorie più danneggiate dal lockdown. I risultati sono evidenti”.


06/09/2020 08:50:11


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie