"Peracchini, basta disco rotto"

"Scuole, assurdo che le famiglie siano messe nelle condizioni di non sapere"

L'intervento dei consiglieri comunali Pd Marco Raffaelli, Luca Erba e Massimo Baldino Caratozzolo.

La Spezia - "Vista l’indifferenza del Sindaco alle nostre richieste, ed alle domande poste dai cittadini e dai rappresentanti delle famiglie che hanno protestato la scorsa mattina, non ci resta che richiedere urgentemente la convocazione delle commissioni competenti, per audire gli Enti, le parti sociali, aziendali ed i rappresentati dei dirigenti scolastici, sui vari temi.
Riapertura delle scuole, condizioni del trasporto pubblico, del sistema sanitario, dei presidi industriali e produttivi sono questioni sui quali Peracchini sembra non avere la minima idea di impostazione, ai fini di una ripresa e proseguo delle attività che garantiscano la sicurezza delle persone". Lo affermano in una nota i consiglieri comunali Pd Marco Raffaelli, Luca Erba e Massimo Baldino Caratozzolo.
"Cosa sta accadendo e cosa si sta decidendo? In base a quali evidenze scientifiche?
Abbiamo scoperto solo in queste ore - continuano - il dato del 14% di soggetti positivi ai tamponi fatti quasi 15 giorni fa. Una percentuale altissimi rispetto alla media nazionale.
Oggi in che stato siamo? Perché non lo si dice? È assurdo che per la terza volta le famiglie spezzine siano messe nelle condizioni di non sapere, a poche ore prima dell’ipotetico suono della campanella, cosa fare e come organizzarsi. Qualora poi si dovessero aprire gli istituti quali protocolli sono stato adottato per il trasporto pubblico e per gli ingressi e le uscite?
I dirigenti scolastici sembrano essere lasciati soli nell’organizzazione. Peracchini ha rifuggito a tutte queste domande, che non gli sono arrivate solo da noi, ma anche dagli stessi interessati: personale scolastico, sindacati, delegazioni di cittadini. Non è accettabile sentire il Sindaco lamentarsi e chiedere a tutti il silenzio. Di fronte a cotanta incapacità e improvvisazione è doveroso fare domande e chiedere conto a chi ha la responsabilità della salute e della sicurezza degli spezzini. Ora Peracchini dovrà venire nelle sedi ufficiali e pubbliche e risponderci. Prepari dati e protocolli perché non rimarremo ad ascoltare il solito disco rotto".


26/09/2020 17:22:06


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie