quattro incontri

Alla scoperta del Liberty in città, torna "La Spezia e i suoi palazzi"

Quattro incontri fra ottobre e novembre su differenti tematiche: dalle antiche mulattiere alla città pre-arsenalizia. Ma anche un occhio alle sculture e in ultimo la visita alla prestigiosa Villa Ceretti Marmori.
La Spezia - Dopo il successo della scorsa stagione anche quest'anno torna l'appuntamento con la rassegna "La Spezia e i suoi palazzi". L'edizione 2018 dal titolo "Città, architettura e paesaggio. Percorsi, viaggi letterari e opere d’arte del ‘900" fornirà a cittadini e visitatori inediti punti di vista sul nostro territorio, sia in merito alle bellezze paesaggistiche che su quelle urbane, con contributi di diversi e qualificati studiosi che spaziano dallo studio della storia dell'arte alla dimensione più turistica, dal racconto dei testimoni della Spezia del passato, al percorso della città e dintorni di oggi con i suoi monumenti e le forme plastiche. Un alternarsi di opere dell'uomo - mulattiere, fortificazioni, chiese e edifici rurali - e di armoniosi paesaggi di “casa nostra”

La rassegna, organizzata dalle Edizioni Giacché in collaborazione con l'associazione Convegni di Cultura di Maria Cristina di Savoia, il Lions club e il Conservatorio "G. Puccini" della Spezia, si compone di quattro incontri che comprendono visite guidate e conferenze con proiezione d’immagini con diversi autori: Roberto Venturini che il 19 ottobre ci parlerà delle antiche mulattiere; Gino Ragnetti il 26 con il racconto della Spezia pre-arsenale vista dai viaggiatori dell’epoca e Fabrizio Mismas che il 9 novembre ci accompagnerà in un viaggio virtuale della città, alla scoperta di sculture e rilievi di pregio. Si parte sabato 13 ottobre alle 15, con Diego Savani, Serena Argenti e Francesca Giovannelli guide turistiche abilitate, che ci accompagnano nella visita guidata di uno dei palazzi più belli di Spezia: la Villa Ceretti Marmori, sede del Conservatorio musicale "G.Puccini”.

Con l'occasione si potrà dunque accedere all'interno del palazzo, capolavoro del Liberty spezzino, ricco di decorazioni realizzate da maestri del Novecento, dagli stucchi ai legni intagliati, agli affreschi, alle vetrate dipinte, ai bellissimi ferri battuti del maestro milanese Mazzucotelli. La visita verrà accompagnata dal "giro" di piazza Verdi (in esterno), dove sorgono molti palazzi interessanti in stile Umbertino, Liberty, eclettico e razionalista. L’appuntamento è davanti alla Poste di Piazza Verdi alle ore 15,00, l’adesione è libera e non occorre prenotazione. Savani, laureato in Scienze dei Beni Culturali e specializzato in economia e gestione dei Beni Culturali, è autore del volume: «Dentro i palazzi spezzini tra Belle Epoque e Liberty. Artisti, artigiani e architetti all'opera (1890-1923)» (Edizioni Giacché), in cui è incluso anche un ampio studio sula Villa.


09/10/2018 12:50:10


Notizie La Spezia


























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy