ALL'INTERNO DELLA DIGA

Lo schivo grampo in acque spezzine, avvistamenti col contagocce | Foto

Incontro col cetaceo stamani in tarda mattinata. Anni fa era una presenza regolare all'interno del Santuario.
La Spezia - Un cetaceo grosso e scuro è stato avvistato stamani in tarda mattinata all'interno della diga foranea spezzina, tra il Molo Pagliari e il Molo Msc. Tempestiva la segnalazione alla Guardia costiera, intervenuta prontamente con una motovedetta. Gli operatori partiti dalla Capitaneria hanno tenuto sott'occhio il cetaceo per una mezz'ora fino a quando l'animale non si è del tutto immerso senza più fare capolino. L'avvistamento finirà dritto nella banca dati del Reparto ambientale marino della Guardia costiera. Ma... di che animale parliamo? Il personale della motovedetta ha pensato a un esemplare adulto di grampo. Intuizione successivamente confermata a CdS dall'occhio esperto e qualificato delle biologhe marine Mariasole Bianco (Worldrise, membro della Commissione mondiale per le aree protette) e Sabina Airoldi (Tethys Research Institute), tra le personalità scientifiche intervenute giusto una manciata di giorni fa a Lerici in occasione (QUI) dell'ingresso di sei Comuni in quel 'Santuario dei cetacei Pelagos' che le due studiose animano e raccontano.

“Un evento estremamente interessante – spiega la dott.ssa Airoldi - : negli ultimi tre anni all'interno del Santuario dei cetacei c'è stato un solo avvistamento di grampi. Stiamo cercando di capire come mai si siano spostati. Fino a qualche anno fa erano regolarmente presenti nell'area. Tutti gli avvistamenti sono importanti per avere informazioni. Quello di fine estate davanti a Genova e ora questo in acque spezzine sono scientificamente rilevanti: qualche esemplare evidentemente torna a farsi vedere. Adesso confronteremo le fotografie con quelle del nostro catalogo per capire se si tratta di uno dei 400 grampi fotoidentificati negli scorsi anni”.

In caso di avvistamenti come quello di stamani – questa la raccomandazione delle autorità – è opportuno evitare di avvicinarsi troppo all'animale e bisogna chiamare subito la Guardia costiera, come del resto accaduto stamani con il grampo inconsuetamente passato in porto.


11/02/2018 21:16:00


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy