Stop misure speciali per l'Umbertino, riaprono aree gioco e circoli

Nuova ordinanza del presidente Toti. L'allentamento è solo parziale, confermato fino al 4 ottobre l'obbligo di mascherina anche all'aperto.

La Spezia - Da lunedì 28 settembre nel territorio della provincia spezzina, come già annunciato dal sindaco Peracchini, decade la sospensione delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, asili nido compresi, che era stata decisa con l'ordinanza del 12 settembre e confermata il 23 settembre fino alla mezzanotte di domani, domenica 27 settembre. I locali potranno rimanere aperti anche dopo la mezzanotte, riaprono le aree gioco attrezzate all’interno di parchi, ville e giardini, i centri culturali e sociali e i circoli ludico ricreativi; decadono anche le misure restrittive speciali previste per il Quartiere umbertino. È stato invece prorogato fino alla mezzanotte del 4 ottobre l'obbligo di protezione individuale anche all'aperto. È quanto stabilisce l'ordinanza firmata oggi dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti.

Continuerà dunque ad essere obbligatorio in tutta la provincia l'uso di protezioni delle vie respiratorie "negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico - si legge nell'ordinanza - nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, lungomari) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale". Vietate anche le manifestazioni pubbliche e private e la partecipazione del pubblico a "singoli eventi sportivi di minore entità", mentre possono riprendere gli sport di contatto e di squadra.

Covid-19, il bollettino ligure e spezzino del 26 settembre 2020


26/09/2020 18:58:25


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie