comportamenti individuali determinanti

Primo giorno di scuola, Peracchini: "Ci sono tutte le condizioni per la ripartenza in presenza"

Il sindaco: "La scuola è un luogo sicuro: edifici a norma, protocolli sanitari attivi, linee guida per il tpl. Non deve mancare il buon esempio e il senso civico da parte di ognuno di noi".

La Spezia - Fischio d'inizio per le scuole anche nel comune capoluogo. La prima campanella dell'anno, arrivata con ritardo di due settimane rispetto al resto della provincia, giunge a conti fatti dopo quasi otto mesi di sospensione delle attività scolastiche in presenza e settimane difficili che hanno coinvolto il Comune. In occasione di questa ripartenza il sindaco Pierluigi Peracchini, che giovedì scorso aveva incontrato un gruppo di mamme, insegnanti e dirigenti scolastici reduci dalla protesta contro lo stop alle lezioni, ha voluto stamani augurare il meglio agli studenti: "Oggi si ritorna in classe. Il primo giorno di scuola lo abbiamo dovuto conquistare, giorno dopo giorno, e proprio per questo è stato ancora più emozionante vedere rientrare nella loro quotidianità le centinaia di bambini e ragazzi spezzini. Il mio personale augurio di buon primo giorno è rivolto non solo a tutti gli studenti ma anche a tutte le famiglie che hanno fatto numerosi sacrifici per tenere in equilibrio la vita domestica e quella lavorativa e a tutti gli insegnanti e i dirigenti scolastici che non hanno mai mancato un giorno di servizio con la didattica a distanza. In questi mesi, con il loro lavoro, hanno dimostrato che la scuola è sempre pronta, anche durante le emergenze, a servizio della comunità educante, illuminata dal faro degli articoli 33 e 34 della nostra Costituzione che fondano uno dei pilastri della nostra società: la libertà di istruzione e di insegnamento, il diritto allo studio e il pluralismo dell’istruzione".

A chi è preoccupato della ripartenza della scuola, Peracchini risponde che "come con grande senso di responsabilità, e dispiacere, è stato doveroso rimandare la didattica in presenza alla Spezia, con la stessa serietà è stato valutato che oggi ci sono tutte le condizioni per la ripartenza in presenza". E rassicura tutti: "La scuola è un luogo sicuro: tutti gli edifici sono stati messi a norma secondo le linee guida del Ministero come tutti gli interventi sono stati coordinati fra gli Assessorati competenti e i dirigenti scolastici. Tutti i protocolli sanitari sono pronti e attivi, stesi dal Ministero e attuati dalla nostra Asl5 in coordinamento continuo con il Gaslini di Genova. Per il trasporto scolastico tutte le linee guida del Ministero sono state seguite, con la capacità di capienza all’80%, tutti con mascherina obbligatoria.

Non deve mancare il buon esempio e il senso civico da parte di ognuno di noi, aggiunge Peracchini: "I controlli a cura delle forze dell’Ordine, della nostra Polizia Municipale e di tutti i volontari delle associazioni Ada, Anteas e Auser, che ringrazio, saranno intensificati in particolar modo nei plessi scolastici durante gli orari di punta. E’ chiaro però che determinanti rimangono i comportamenti individuali. Come ordinanza regionale, infatti, resta fatto obbligo l’utilizzo costante della mascherina a protezione di sé e degli altri, mantenere la distanza interpersonale e evitare assembramenti. Oggi è una giornata importante per la nostra Città perché soltanto con la ripartenza della scuola era possibile immaginare una ripartenza di tutti vera, e per questo non possiamo abbassare la guardia, continuiamo con il senso di responsabilità soprattutto per i nostri bambini che sono il nostro futuro.


28/09/2020 14:21:34


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie