"situazione che va avanti da sei mesi"

"Non ci sono dispositivi di protezione individuale per Oss e addetti alle pulizie"

Filcams Cgil, Fp Cgil, Fisascat Cisl , Uiltrasporti Uil e Fials proclamano lo stato di agitazione.

La Spezia - “I lavoratori Oss e delle pulizie della Coopservice in ospedale devono avere i dispositivi di protezione individuale contro la Covid 19.” Lo scrivono in una nota i sindacati Filcams Cgil, Fp Cgil, Fisascat Cisl , Uiltrasporti Uil e Fials. “Da oggi - proseguono - proclamiamo lo stato di agitazione, che terminerà solo quando tutte le lavoratrici e lavoratori avranno le protezioni a norma di legge per operare nei reparti con malati e sospetti Covid".
"Non è più tollerabile l’atteggiamento ondivago dell’azienda che va avanti da sei mesi - si legge ancora -. La situazione dei contagi Covid si sta aggravando ed i lavoratori devono poter svolgere le loro mansioni in completa sicurezza. La tutela dei posti di lavoro, che ancora versa nell'incertezza , e della salute dei lavoratori per noi procedono lungo un binario parallelo e non arretreremo di un centimetro fino a che la situazione sarà sanata una volta per tutte”.


05/09/2020 15:00:01


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie