Concessionari

Legna gratis e falò per liberare il litorale lericino

Detriti a disposizione dei cittadini per uso personale, non a scopro di lucro.

Golfo dei Poeti - Il materiale ligneo portato dalle mareggiate a disposizione dei cittadini che ne vogliano fare uso. Lo sancisce l'ordinanza siglata ieri dal sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti, e rivolta ai concessionari delle spiagge del litorale. A questi, in particolare, il provvedimento ordina di mettere i detriti lignei a disposizione dei cittadini interessati al loro prelievo e all'utilizzo, previa separazione del legno da altri eventuali rifiuti, che dovranno essere gestiti e smaltiti nel rispetto della normativa. I concessionari dovranno accatastare il materiale nelle porzioni dell'area in concessione più facilmente accessibili da parte di mezzi e persone. Prima di procedere con le operazioni, sarà necessario procurarsi il nulla osta della Polizia municipale. La cernita dei materiali dovrà essere completata entro il 30 gennaio. I cittadini interessati, prima di prelevare la legna, dovranno avvisare i concessionari della relativa spiaggia; il materiale dovrà essere sfruttato per uso personale e senza scopo di lucro. C'è inoltre il divieto di usare mezzi o attrezzi motorizzati per il prelievo del legno, se non espressamente autorizzato per far fronte a situazioni particolari.

E il materiale che resterà sull'arenile una volta fatti gli eventuali prelievi da parte dei privati cittadini interessati? Qualora non inviato a impianti di trattamento di biomasse, potrà essere bruciato dai concessionari a patto di farlo seguendo precise regole: piccole cataste (massimo tre metri cubi steri), umidità limitata per limitare il fumo, abbruciamenti dalle 5.00 alle 11.00 ma non nei giorni prefestivi e festivi. E ancora tutto andrà svolto senza usare sostanze pericolose per l'ambiente, sorvegliando i roghi e scegliendo situazioni di vento che non comportino l'affumicamento dei centri abitati. Vietato poi allestire più roghi vicini, dove per vicini si intende a meno di cinquanta metri. Le operazioni devono tassativamente terminare entro il 15 febbraio, quando, dunque, tra prelievi e fiamme Lerici dovrebbe ritrovarsi con un litorale più in ordine. E attenzione, chi non fa le cose a regole d'arte rischia multe da 25 a 500 euro.


21/01/2021 15:03:04


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie