Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Aprile - ore 22.05

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

I Rosselli e il nostro tempo: "Recuperiamo l'umanità" | Video

Così il sindaco Peracchini stamattina all'inaugurazione della mostra sui fratelli antifascisti portabandiera del pensiero socialista liberale.

"Con fascismo dolore e sofferenza"
I Rosselli e il nostro tempo: "Recuperiamo l'umanità"

La Spezia - Era il 22 maggio del 1945 – nemmeno un mese dalla Liberazione – quando La Spezia dedicò una sua via ai fratelli Carlo e Nello Rosselli, alfieri del socialismo liberale caduti sotto la mannaia della persecuzione fascista. Un'intitolazione 'lampo' rammentata stamani da Paolo Galantini, consigliere del Comitato direttivo nazionale Fiap, in occasione dell'inaugurazione della mostra dedicata ai due intellettuali e antifascisti fiorentini. La mostra, attraverso l’esposizione di 21 pannelli, ripercorre parte dall’infanzia e dalla giovinezza dei due fratelli, cresciuti in una famiglia fiorentina di forte impronta risorgimentale e mazziniana. Dal 16 febbraio al 30 marzo la Mediateca rimarrà aperta al pubblico tutti i giorni, con la possibilità per gli istituti scolastici di effettuare visite didattiche durante le quali verranno proiettati film storico-documentari.

“I giovani vengano a visitare questa mostra e sappiano farne tesoro per la loro crescita morale e culturale”, ha detto ancora Galantini di fronte a una pubblico affollato da liceali. Il presidente della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, il già ministro e deputato Valdo Spini, di storia socialista, ha rimarcato la “fecondità del sacrificio dei Fratelli Rosselli”, ricordando l'importanza delle brigate Giustizia e Libertà nello Spezzino, elemento che rende “questa città un luogo particolarmente opportuno per questa mostra”. Spini ha anche salutato Angelo Landi, socialista spezzino classe '23, già deputato, presente stamani alla 'Fregoso'. “Importante studiare e rivivere l'esperienza dei fratelli Rosselli – ha affermato il sindaco Pierluigi Peracchini, ascoltato tra i tanti anche dal suo predecessore Federici -, persone che non hanno accettato la storia per come accadeva, sviluppando una coscienza critica. E, come altri, hanno dovuto sacrificare la loro vita per combattere la dittatura, un regime che è costato al paese tanto dolore, tanta sofferenza e grandi sacrifici. I valori rappresentati dai fratelli Rosselli vanno riattualizzati in questa società che ha perso la sua dimensione umana, un danno grandissimo per le nuove generazioni. Recuperiamo un percorso di valori, di idee e di umanità per una società migliore”.

La Mediateca (che è al 37 di Via Firenze) osserva l'orario di apertura: lunedì, martedì h.9.00 -13,30; mercoledì, giovedì, venerdì h.14,30- 18,30; sabato h.9.00- 12. Per le visite didattiche: Patrizia Natale, tel. 0187 745630. La mostra è a ingresso gratuito e rimarrà aperta fino a sabato 30 marzo.

F.Lug.-N.Re

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

16/02/2019 - Fratelli Rosselli, mostra in Mediateca

Massimo Federici e Pierluigi Peracchini Archivio CdS
Mostra dedicata ai Fratelli Rosselli in Mediateca Archivio CdS
Mostra dedicata ai Fratelli Rosselli in Mediateca Archivio CdS


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News