Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Settembre - ore 17.52

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Spiagge, un bando tra massimo rialzo e sconti per i lericini

C'è tempo fino al 28 aprile per aggiudicarsi i sette arenili. 60 punti a chi mette sul piatto l'offerta migliore, ma ne ballano altri 40 legati al servizio.

Spiagge, un bando tra massimo rialzo e sconti per i lericini

Golfo dei Poeti - Il bando per l'affidamento delle spiagge libere attrezzate di Lerici ora è realtà. Vede la luce a un gradino dalla primavera, e mentre Palazzo civico comincia a mandare suo personale a pulire gli arenili, sui quali da tempo si ammucchiano detriti. I privati interessati alle spiagge dovranno farsi avanti entro il termine perentorio delle 12.00 del prossimo 28 aprile. Le buste saranno aperte nella mattinata del 3 maggio. Poi si procederà all'affidamento in via d'urgenza dell'esecuzione del servizio, subito dopo l'aggiudicazione. Questo - come si legge nel disciplinare - "onde evitare un danno all'interesse pubblico", cioè non procrastinare ulteriormente l'affidamento - e quindi la cura - delle spiagge, che ad ogni modo avverrà già a stagione iniziata, e ben dopo Pasqua (che cade a metà aprile). La formale stipula del contratto comunque andrà in porto entro due mesi dall'aggiudicazione. Il bando rispecchia in linea di massima quanto contenuto nell'atto di indirizzo approvato l'8 marzo dal consiglio comunale, testo che ha innescato non poche polemiche da parte dell'opposizione, e pure un'interrogazione regionale di prossima discussione (qui). Certo, come è normale che sia, i contorni dell'affidamento dei lidi si fanno inevitabilmente più dettagliati.

I soggetti interessati al bando potranno concorrere per uno o più dei sette lotti, ma non potranno ottenere in gestione più di un lotto "a meno che il soggetto interessato sia l'unico concorrente per uno dei lotti in questione". Confermate le basi d'asta per le spiagge: 45mila euro all'anno per la Venere Azzurra 1 (lotto lato Lerici), stessa cifra per la Venere Azzurra 2 (lotto centrale), 35mila annui per la Venere Azzurra 3 (lato San Terenzo), 60mila per la spiaggia di San Terenzo, 50mila per la Baia Blu, 20mila per Fiascherino 1 (la spiaggia del bunker), 40mila per Fiascherino 2. Parliamo di entrate, nella peggiore delle ipotesi, di 295mila euro all'anno. L'importo a base d'asta per ogni singolo lotto, si legge nel bando in ossequio a quanto spiegato giorni fa a CDS dal sindaco Leonardo Paoletti (qui), "comprende oltre al canone annuale dovuto al Comune per la titolarità della concessione demaniale marittima sull'area di interesse, l'imposta di registro, la tassa regionale e le spese accessorie anche le spese di compartecipazione da parte dei singoli gestori al ripascimento stagionale, alla manutenzione ordinaria e straordinaria attuata dal Comune di Lerici sulle aree demaniali (tra le quali vi sono le opere di consolidamento delle coste, lotta al dissesto idrogeologico, messa in sicurezza dei canali, interventi di valorizzazione del litorale)". Da menzionare anche il servizio di sorveglianza, e per la libera attrezzata, e per la spiaggia libera. I canoni demaniali - che seguono dettami ministeriali - sono contenuti: si va dai 337 euro annuali di Fiascherino 1 ai quasi 3.600 euro della spiaggia di San Terenzo. Confermata la durata di 9 anni per l'affidamento di ogni singolo lotto; in particolare, fino al 30 aprile 2026. Un periodo che - fossero 'sfortunatamente' affidate le spiagge per corrispettivi pari alle basi d'asta - frutterebbe 2 milioni e 655mila euro, dai quali togliere meno di 150mila euro complessivi di canoni da versare nelle casse del Demanio.

Non solo massimo rialzo

Nell'atto di interesse generale si legge che "il criterio di aggiudicazione dovrà avvenire con il criterio del massimo rialzo rispetto al canone posto a base di gara". Ma sfogliando le pagine del bando si scopre che c'è dell'altro. Si legge infatti: "Criteri di aggiudicazione: offerta basata sul criterio del maggior prezzo rispetto alla base d'asta e dei criteri tecnico qualitativi indicati nel disciplinare. La gara sarà valida anche in presenza di una sola offerta ammissibile, in tal caso l'Amministrazione si riserva di non aggiudicare, a suo insindacabile giudizio, e di procedere ad una nuova gara nei metodi che riterrà più opportuni. Se due o più offerte per lo stesso lotto avessero identico punteggio si procederà a sorteggio". Nel menzionato disciplinare, si precisa che "l'offerta economica avrà una valutazione di massimo punti 60 mentre l'offerta tecnica, strutturata su 5 criteri e relativi sotto-criteri avrà un peso di punti 40".

I 60 punti li prenderà, molto semplicemente, chi garantirà il rialzo più consistente sulla base d'asta di turno. Ai restanti 40 punti concorrono tre voci: giorni e orari di prestazione (14 punti), esperienza professionale (6 punti) e agevolazioni per i residenti (20 punti). La prima, in sostanza, va a premiare chi garantisce il servizio per qualche ora (o anche mezz'ora) in più rispetto al minimo richiesto (9-19 dal 1° giugno al 30 settembre; 10-16 in bassa stagione), nonché una più consistente stagione elioterapica. La seconda voce assegna un punto in più (fino a 6) per ogni anno di esperienza nel settore ricettivo e balneare negli ultimi dieci anni, oltre al requisito minimo di un anno. Infine, l'aspetto delle agevolazioni garantisce ben 20 punti a chi farà sconti del 20% ai residenti; 10 punti per sconti del 10%; 5 punti per riduzioni del 5%.

A proposito, nel bando si fa cenno anche ai tetti per il costo dei vari servizi. Le tariffe massime sono le seguenti:
Sdraio mezza giornata € 4,50; giornaliero € 5,50
Lettino mezza giornata € 6,00; giornaliero € 8,00
Ombrellone mezza giornata € 4,50; giornaliero € 6,00
Uso Docce (solo acqua calda) € 0,50

La clausola sociale

C'è, ed è naturalmente quella pensata dalla maggioranza e approvata in consiglio con i voti della stessa. "Nel caso di assunzioni funzionali alle attività oggetto di bando, l'appaltatore subentrante deve prioritariamente assumere coloro che di fatto hanno prestato la loro attività lavorativa alle dipendenze delle Ditte e/o Società affidatarie delle spiagge libere attrezzate del Comune di Lerici e che vi abbiano prestato servizio per almeno due estati consecutive, a condizione che il loro numero e la loro qualifica siano armonizzabili con l'organizzazione di impresa prescelta dall'imprenditore subentrante. L'elenco dei dipendenti (22 nominativi, ndr) di cui sopra è a disposizione presso l'ufficio Contratti del Comune di Lerici".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure