Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Ottobre - ore 14.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La prima mostra ospitata nel faro del Tino | Foto

Sabato e domenica occasione eccezionale per visitare l'isola e il Faro di San Venerio, dentro cui sono esposti cimeli rari che raccontano la storia dei segnalatori marittimi. Mariotti: "Monumenti da tramandare alle nuove generazioni".

La prima mostra ospitata nel faro del Tino<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/la-prima-mostra-ospitata-nel-faro-del-2503_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

Golfo dei Poeti - Una visita sull'isola del Tino è giustificata anche solo per fare una passeggiata ed entrare in contatto con una delle pochissime isole ancora selvagge di questa parte di mondo. Ma sabato e domenica prossima c'è un altro buon motivo per mettere piede sui traghetti in partenza dalla città. La prima volta di una mostra allestita dentro il Faro di San Venerio, aperto e quindi in parte visitabile, con cimeli che raccontano l'evoluzione tecnologica della scienza del segnalamento marittimo.
L'odore dell'acetilene che i muli portavano sulla soma dall'attracco fino alla cima dell'isola ha lasciato il posto alla miniaturizzazione e ai led. Il faro del Tino ha vissuto da protagonista tutte le epoche che si sono succedute in questi decenni, perché qui sono stati sperimentate spesso migliorie che oggi sono patrimonio della Marina militare. "Chi di noi non ha sognato sdraiato in riva al mare guardando il fascio di luce che illuminava il cielo? - si chiede l'ammiraglio Raffaele Caruso, a capo del Comando Logistico - Oggi ci sono 850 sorgenti luminose nei nostri mari, tutte controllate grazie alla tecnologia. Sono i fari stessi a segnalare un'eventuale avaria, un tempo si controllava che la lanterna fosse accesa vivendo in luoghi che erano veri e propri eremi. Non per niente San Venerio é il nostro patrono".

L'ufficiale è arrivato in mattinata da Napoli e ha notato entrando in città alcuni particolari che l'hanno colpito. "I fari nel giardino del Palazzo di giustizia e nella rotonda di fronte al Circolo ufficiali - elenca - Mi ha fatto piacere vederli in città. In Nord Europa sono un elemento che fa parte della cultura, resi protagonisti dell'immaginario molto più di quanto si faccia da noi".
Un tema che è caro all'associazione Il mondo dei fari, nata alla Spezia nel 2015 e da allora diventata un punto di riferimento per il settore. "Oggi inauguriamo la mostra grazie alla Marina militare e a una sinergia che speriamo possa dare altri frutti in futuro - dice la presidentessa Lilla Mariotti - Ultimamente molti fari sono stati ceduti dalla forza armata e per molti esiste il rischio di vederli andare in rovina. Auspichiamo che sia data la possibilità alla Marina militare di farne dei poli culturali. Sono monumenti che devono essere tramandati alle nuove generazioni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure