Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Settembre - ore 21.55

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sabatini: "Uno stop di un mese comporterà maggiore incertezza in campionato"

L'allenatore della Fezzanese si racconta tra l'emergenza Coronavirus e una salvezza da conquistare. "A dicembre partiti giocatori validi come Valente e Cantatore, ma abbiamo rinforzato la rosa"

La Spezia - E' uno degli allenatori più apprezzati del panorama dilettantistico della Spezia e della Liguria. Da quando ha appeso gli scarpini al chiodo per iniziare la carriera da allenatore si è potuto fin da subito levare grosse soddisfazioni alla guida del Magra Azzurri con cui ha vinto il campionato di Promozione e partecipato ai Play - Off Nazionali di Eccellenza, poi una parentesi poco fortunata al Colli di Luni per in Promozione per esordire in Serie D con una grande salvezza ai genovesi del Ligorna. Da tre stagioni Gabriele Sabatini è l'allenatore della Fezzanese con la quale, dopo una trionfale cavalcata che ha portato alla conquista del titolo di Eccellenza e una storica salvezza in Serie D senza dover disputare i Play - Out, vive forse il suo momento più difficile essendo reduce da cinque sconfitte consecutive. In mezzo a tutto questo è anche esplosa l'emergenza per la diffusione del virus Covid-19. Oggi abbiamo ospitate mister Sabatini nella nostra sala stampa virtuale per porgli qualche domanda sul calcio a livello nazionale e sui "Verdi" di Fezzano.

Buongiorno mister. Come state vivendo questo stop forzato?

"Buongiorno Guido, probabilmente come tutti penso non abbiamo capito fin da subito la gravità di questa situazione e credo che la decisione di interrompere tutte le attività sia stata la soluzione più giusta nel rispetto di tutti."

Premettendo che la salute viene prima di tutto, cosa può comportare questo stop inatteso?

"Non so cosa succederà e che decisioni verranno prese, ma in questo momento credo sia fondamentale fare tutto il necessario per poter far rientrare il problema e tornare prima possibile alla normalità. Senz'altro a livello sportivo uno stop di circa un mese, sempre che non ci sia un ulteriore slittamento, può comportare più incertezza sul finale di campionato sia nella parte alta che per la zona salvezza."

Ci sono invece, se ci sono, dei pro?

"Per quanto ci riguarda l'aver interrotto il campionato nel nostro momento più negativo forse può essere letto in modo positivo per riuscire a recuperare tutte le forze psicofisiche e affrontare nel migliore dei modi questo finale di campionato."

La stagione della Fezzanese? Una partenza a razzo, poi...

"Siamo partiti anche quest'anno molto bene facendo forse pensare a un campionato di minore sofferenza rispetto agli anni passati, però con l'equilibrio che esiste in questo girone non è facile nessuna partita e siamo incappati in una serie di risultati negativi che hanno reso più complicato il raggiungimento del nostro obiettivo. Un obbiettivo che comunque sono convinto abbiamo tutte le possibilità di ottenere."

Il mercato invernale ha visto la partenza di due elementi di esperienza come Valente e Cantatore. In entrata il ritorno di Baudi, l’arrivo di tre giovani e, più recentemente, Della Corte. Come mai? Soddisfatto?

"Abbiamo fatto delle valutazioni e sicuramente la possibilità di far rientrare Andrea in squadra ci ha fatto fare necessariamente delle scelte. Abbiamo lasciato andare due giocatori di valore come Valente e Cantatore, ma con l'arrivo di Baudi, Casanova, Brunetti e Della Corte abbiamo sicuramente rinforzato la rosa e dato più soluzioni anche a livello tattico alla squadra."

Durante la stagione avete patito molti infortuni. Come se lo spiega?

"Purtroppo abbiamo iniziato la stagione con diverse problematiche già presenti e per il resto forse abbiamo avuto qualche infortunio in più di quanto può essere fisiologico, però lo scorso anno da questo punto di vista abbiamo avuto maggiori situazioni perciò non deve essere assolutamente un alibi per noi."

In generale come ha trovato questo campionato di Serie D rispetto al recente passato?

"È un campionato a mio avviso di alto livello con dei valori importanti e lo dimostra il fatto che tutte le squadre stanno giocando ancora per poter raggiungere i propri obiettivi."

Quindi chi l’ha stupita e chi l’ha delusa maggiormente?

"È sempre difficile dare dei giudizi però credo che la squadra che alla fine stia facendo un campionato di altissimo livello partendo da una situazione tutta da ricostruire sia la Lucchese, mentre dalla Sanremese mi aspettavo che potesse rimanere fino alla fine tra le candidate alla vittoria finale."

Vuole aggiungere altro prima dei consueti saluti di rito?

"Ti ringrazio dello spazio e saluto tutti sperando di potersi ritrovare al più presto nuovamente sui campi."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News