Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Agosto - ore 22.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pierini: "I ragazzi si allenano al massimo e credono nel nostro lavoro"

L'allenatore critico sulla situazione del Grosseto. Buttu: "Quando non accendi subito la testa poi è difficile." Veratti: "Ora cinque finali!" Simeoni "A Viareggio sarà difficilissima" De Martino: "Con questi compagni credo fortemente alla salvezza!"

Pierini: `I ragazzi si allenano al massimo e credono nel nostro lavoro`

Sarzana - Importantissima vittoria in ottica Play - Out per la Fezzanese che grazie ad una bellissima prova batte per 3 - 1 il Finale reduce da tre successi consecutivi ed in piena zona Play - Off. Nel post partita sono stati nostri ospiti per le interviste di rito i due allenatori e l'attaccante locale Veratti.

Mister Pierini una prima frazione dominata dove l'unico rammarico è il solo gol di vantaggio. Ripresa ed il gol di Scalia ti ha fatto rivedere qualche spettro, o alla fine è andata bene così?
"Un pochino li abbiamo visti perchè il doppio cambio ci ha un po' scombussolato dopo un primo tempo dove credo meritassimo più del gol di vantaggio. Abbiamo sprecato qualche occasione di troppo, poi come succede nel calcio un episodio ti può far cambiare l'inerzia della partita. I ragazzi sono stati bravi dopo l'1 - 1 a crederci ancora e furbi nella giocata del rigore. Oltre che a tutta la squadra voglio fare i complimenti in particolar modo a Bugliani che è un ragazzo che si allena alla grande e magari ha avuto meno spazio, ma ogni volta che entra da il suo contributo e a Gigi perchè non era facile entrare in corsa in una partita del genere, ma lui ci ha salvato in un paio di frangenti. Questo è il segno che se anche non sono protagonisti in campo i ragazzi si stanno allenando al massimo, si fanno trovare pronti e credono nel lavoro che stiamo facendo e nell'obiettivo che dobbiamo raggiungere."

Seconda vittoria consecutiva. La squadra sembra essersi finalmente sbloccata, come si prosegue nel finale di stagione?
"Si prosegue continuando a lavorare sapendo che abbiamo ancora cinque partite e cinque finali a cominciare dallo scontro diretto di Viareggio. Stiamo bene, poi i risultati aiutano ad avere maggiore fiducia, però dobbiamo pensare di non aver fatto niente perchè siamo ancora lì e ogni domenica è dura e difficile portare a casa i tre punti dato che tutte le squadre si giocano qualcosa. Se lavoriamo come stiamo lavorando, giochiamo con questa intensità, questa attenzione e questa cattiveria agonistica sicuramente anche per le squadre avversarie sarà difficile batterci."

Accennava proprio al Viareggio alla prossima giornata. Oggi in casa del Grosseto la sua ex formazione non è scesa neanche in campo e otterrà i tre punti a tavolino. Una situazione quella dei maremmani che sta falsando il campionato e penalizzando in particolar modo la tua squadra
"Sì, queste sono un po' le "regole" sbagliatissime che ci sono. Infatti soprattutto la lotta salvezza viene falsata. Tra l'altro noi siamo l'unica squadra che non deve giocare contro il Grosseto e chiaramente è come se avessimo una partita in meno. Le regole sono queste e dobbiamo accettarle, noi dobbiamo pensare solamente a quello che dobbiamo fare e a fine campionato faremo i conti."

Si sa qualcosa delle condizioni di Novarino uscito in ambulanza per infortunio?
"Ma il Dott. Magistrelli mi ha detto già in panchina che ha un problema sopra il ginocchio. Uno stiramento o forse un piccolo strappo."

Di tutt'altro umore l'allenatore ospite Pietro Buttu molto critico nei confronti dei suoi giocatori, soprattutto per quanto riguarda l'approccio alla gara.

Un primo tempo in cui la Fezzanese ha dominato creando molte occasione e andando al riposo con un solo gol di vantaggio. Nella ripresa il gol del pareggio e la grande occasione per il possibile 1 -2, ma alla fine è maturata una sconfitta...
"Diciamo che non abbiamo ancora capito che per fare il campionato nazionale italiano di Serie D bisogna essere sempre affamati ed il responsabile di un primo tempo bruttino, giusto per usare un eufemismo, sono io. Si vede che non sono entrato bene nella testa dei miei giocatori per fargli capire l'importanza della partita, anche se finora abbiamo fatto una stagione straordinaria. Certo non possiamo andare sempre a mille sennò faremo il campionato di Marte con questa squadra, non dimentichiamoci che siamo una neo promossa. Detto questo per me l'approccio non è giustificabile, secondo tempo siamo entrati con un altro piglio. Il pari era meritato e la doppia occasione con Scalia è stata gigantesca. L'azione del rigore è stata invece una catastrofe di errori una dietro l'altra, ma il principale responsabile sono io se la squadra entra in campo così sottotono."

Il vostro resta comunque un grandissimo campionato: una neo promossa molto giovane quinta in classifica.
"Su quello non ci piove. Se parliamo del campionato è un conto, ma se devo giudicare quello che abbiamo fatto oggi io non sono assolutamente contento e mi sento responsabile perchè in campo i ragazzi ce li mando io. Non mi appello di certo alle varie assenze, dovevamo mettere in campo altre cose. Quando la testa non l'accendi subito poi è tardi, anche se sono stati bravi a recuperare e pareggiare nella ripresa."

Ancora cinque giornate, vi aspettano anche due derby a cui tenete molto. Tenterete fino in fondo di ottenere i Play - Off?
"Quello che cercherò immediatamente è di rimettere i miei sul pezzo. Sarà una settimana da fuoco e fiamme per i miei, mi dispiace e non è di certo perchè al "Borel" arriva il Savona, ma perchè bisogna spingere sempre al massimo fino alla fine del campionato."

Ecco poi il bomber locale Luca Veratti al secondo gol consecutivo e 11° centro stagionale considerando anche le due marcature di Coppa Italia.

Oggi il gol del 2 - 1 su rigore con cui hai bissato quello di settimana scorsa e poi una dedica speciale...
"Sì, oggi è il compleanno di mia mamma e ho voluto dedicargli il gol. A parte questo si è visto, come domenica scorsa, una bella prestazione da parte di tutta la squadra. Una vittoria sicuramente meritata, c'è il rammarico che non lo abbiamo fatto per quei quattro mesi in cui è mancata la vittoria. Ora dovremmo lottare fino alla fine, per noi ogni partita deve essere come una finale a cominciare a quella di domenica prossima in casa del Viareggio."

Sta prendendo sempre più possesso della mediana "Verde" con prove in continuo crescendo. Stiamo ovviamente parlando del talentuoso Luca Simeoni

"Siamo partiti bene sin dal primo minuto, passando in vantaggio ed avendo tante altre occasioni, ma non siamo riusciti a sfruttarle per chiudere la partita subito la partita. Nel secondo tempo ci siamo fatti raggiungere dopo un nostro calo, ma la reazione della squadra è stata immediata e siamo riusciti e tornare in vantaggio per poi chiuderla nel finale."

Dopo una stagione da incorniciare in Australia hai deciso di tornare in Italia e vestire la maglia "Verde". Come è andato il tuo processo di ambientamento alla Fezzanese?
"Mi sono trovato bene sin dal primo giorno, grazie a tutta la società e per merito dei compagni, molti dei quali già conoscevo. Ora però dobbiamo pensare al proseguo del campionato, sarà difficilissimo a partire dallo scontro diretto di domenica. Noi dobbiamo pensare a dare il massimo ad ogni allenamento ed a ogni partita, senza fare calcoli..."

Chiosa finale per Daniele De Martino sempre più leader della squadra di mister Pierini

"Oggi siamo riusciti a disputare la partita che volevamo ed avevamo preparato mostrando quella voglia di vincere e determinazione che sara fondamentale avere per provare a fare un altro miracolo chiamato salvezza. Loro erano una squadra temibile in quanto sono un gruppo unito che col lavoro e la determinazione sono arrivati alla soglia dei Play - Off. Stavamo per complicarci la vita dopo 70' di controllo, ma siamo stati bravi a tornare subito in vantaggio e poi a chiuderla. Credo fortemente nella salvezza vista la rosa a disposizione oggi in panchina avevamo ragazzi come Baudi, Lorieri ,Ficagna, Otranto Godano, Bugliani, Viscardi tutti possibili titolari che credo da qui alla fine risulteranno fondamentali soprattutto uno!"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure