Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Ottobre - ore 13.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Ad Arma ancora un pareggio con rammarico per la Fezzanese

La squadra di Plicanti gioca una grande prima frazione, ma nella ripresa non riesce a sfruttare al meglio la superiorità numerica per portare a casa l'intera posta in palio. Ancora infortuni per Cragno e Ferri.

Ad Arma ancora un pareggio con rammarico per la Fezzanese

Arma di Taggia - E' un pareggio che lascia ancora l'amaro in bocca alla Fezzanese quello scaturito allo "Sclavi". Vuoi perchè la squadra di Plicanti, colpito da una pallonata al volto al 10' del primo tempo e portato all'ospedale dove gli sono stati applicati nove punti di sutura, aveva iniziato benissimo la gara, vuoi perchè gli spezzini non hanno sfruttato al meglio la superiorità numerica, vuoi per i continui infortuni, ma anche certe decisioni arbitrali come quella di convalidare il secondo gol armese apparso, ai più, in posizione irregolare hanno avuto il loro peso. Tanti ancora gli indisponibili tra gli ospiti (Cito, Lamioni, Bertagna, Schiattarella e Simeoni), ma l'allenatore recupera Ferri in campo dal 1' minuto insieme agli acciaccati Grasselli e Pondaco. Debutto in maglia "verde" per il centrale difensivo Ficagna. Argentina che recupera Balla, nel tridente con Lo Bosco e Compagno, e data la condizione fisica non ottimale di Tos si schiera con la difesa a quattro ed Acampora in regia. Out Costantini. Parte forte la Fezzanese che già al 3° è pericolosa con il perfetto cross di Grasselli dalla destra su cui Veratti non arriva per questione di centimetri. Lo stesso centrocampista poco dopo recupera un pallone e prova la conclusione a rete che si perde di poco sul fondo. Al 10° Pondaco appoggia a Baudi che esplode un gran destro dal limite trovando però in Manis una grande risposta con deviazione in angolo. E' tambureggiante la manovra dei "Verdi" di Fezzano ed ancora Pondaco va al cross dalla sinistra con Veratti che in area prova la battuta al volo con il mancino, ma il pallone si perde alto sulla traversa. Passa un minuto e gli spezzini la sbloccano: gran palla filtrante di Baudi che mette in movimento Cragno il quale, partito sul filo del fuorigioco, brucia la retroguardia avversaria ed incrocia di destro un diagonale angolato che si insacca sul secondo palo. Terzo gol in campionato per il giovane attaccante classe '97. Al 19° prima sortita offensiva dei ragazzi di Ascoli e ci vuole tutta la bravura di Otranto Godano che devia in angolo una conclusione di Lo Bosco presentatosi a tu per tu con il portiere fezzanotto. Passa un minuto ed anche il suo collega rossonero non vuole essere da meno: Baudi in verticale per Veratti che entra in area, cade, ma si rialza e conclude angolatissimo, ma l'estremo difensore locale è miracoloso nella deviazione in angolo. Si arriva così al 28° quando Balla sulla sinistra va via con una finta a Bagnato il quale, nel tentativo di recuperare, lo tocca in area e l'arbitro concede il calcio di rigore. Battuta potente di Lo Bosco dal dischetto che spiazza il portiere e pareggia i conti. Al 32° Leggio ci prova dal limite ed ancora Otranto Godano è attento a deviare in angolo. Tre minuti dopo occasione per Baudi che, servito da un cross di Cragno, prova la battuta al volo che risulta troppo centrale e di facile lettura per Manis. E' l'ultima emozione di una prima frazione che ha visto farsi preferire la squadra di Plicanti. All'intervallo però i fezzanotti sono costretti a sostituire Cragno, tra i migliori in campo, per infortunio ed al suo posto ecco Neri con la squadra che si schiera con il 4 - 4 - 2. Proprio il neo entrato al 48° recupera un pallone e lo cede a Baudi che parte palla al piede e viene steso da dietro da Diallo. L'ex Derthona, già ammonito per una brutta entrata su Veratti, si merita il secondo giallo della partita. A questo punto Ascoli leva una punta come Compagno ed inserisce Piras, ma al 57° sugli sviluppi di un calcio di punizione di Acampora la squadra di casa torna in vantaggio. E' Castaldo posizionato proprio sulla linea di porta che insacca, ma il gol appare irregolare in quanto non vi era nessun giocatore a tenerlo in gioco ed anche il portiere risultava più avanti del difensore armese. Piove sul bagnato per la squadra ospite che tre minuti dopo perde per infortunio anche Ferri, al suo posto dentro Cupini e squadra che passa al 3 - 4 - 1 - 2. Con questo modulo la Fezzanese inizia ad imperversare sulle corsie con Grasselli e Pondaco grandi protagonisti. Al 69° cross dell'ex Mantova dalla sinistra, capocciata di Cupini sul fondo. Passa un minuto e l'ennesimo cross di Pondaco trova pronto alla zuccata Veratti che, complice una deviazione, si infila in porta per il centro del 2 - 2. Settimo sigillo in campionato del bomber, nono della stagione. Dopo aver pareggiato sfiora anche il vantaggio la squadra ospite quando un diagonale di Neri termina a fil di palo. Al 77° però ci vuole tutta la bravura di Otranto Godano, il portierone è ancora decisivo quando Lo Bosco libera in area Addiego che conclude a botta sicura, ma trova la miracolosa deviazione in angolo del portiere. Ci riprova Lo Bosco all'85°, ma la sfera finisce alle stelle. In pieno recupero invece ecco subentrare Lorieri che ha l'occasione buona per fare male con il suo sinistro, ma sulla sua strada trova la provvidenziale chiusura in angolo di un difensore di casa. Finisce quindi 2 - 2 una sfida emozionante che la Fezzanese ha interpretato meglio almeno nella prima frazione. Mai doma, anche se ridotta in inferiorità numerica, l'Argentina. Rimangono le recriminazione sul secondo gol locale. I migliori dell'Argentina Manis, Acampora e Lo Bosco. Nella Fezzanese grande partita di Grasselli e Pondaco, molto bene anche Otranto Godano ed il debuttante Ficagna.

Tabellino

Argentina - Fezzanese 2 - 2
Marcatori: 13° Cragno (F), 29° [Rig.] Lo Bosco (A), 57° Castaldo (A), 70° Veratti (F)

Note: al 48° espulso Diallo (A) per doppia ammonizione, ammoniti Bagnato (F) per gioco fallo e De Martino (F) per proteste, angoli 6 - 3, spettatori 100 circa.

Argentina: Manis, Garattoni, Colantonio, Leggio (46° Addiego), Bregliano, Castaldo, Diallo, Acampora, Lo Bosco, Balla (85° Tos), Compagno (53° Piras). All. Ascoli
Verderame, D'Amico, Moro, Celotto, De Souza

Fezzanese: Otranto Godano, Ferri (60° Cupini), Bagnato, Viscardi, Ficagna, De Martino, Pondaco, Grasselli, Veratti, Baudi (91° Lorieri), Cragno (46° Neri). All. Plicanti
Novarino, Nardi, Faye, Delvigo, Coppola, Biasi.

Arbitro: Scarpa da Collegno
Assistenti: Petricia Filip e Blasi da Torino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure