Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Aprile - ore 11.24

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Doveri: "Dopo la scorsa stagione abbiamo riportato entusiasmo!"

Parola al D.g. e giocatore della Madonnetta. "La classifica? Dobbiamo lavorare bene" "Conti? Exploit notevole, è intelligente e tiene alla squadra del suo paese" "Arcola e Beverino ottime squadre, ma mi ha stupito il La Miniera"

Doveri: "Dopo la scorsa stagione abbiamo riportato entusiasmo!"

La Spezia - Dopo la scorsa deludente stagione chiusa con l'ultimo posto in classifica, in cui non si è mai nascosto mettendovi sempre la faccia, si è rimboccato le maniche per ricostruire la rosa biancorossa per l'ennesima nuova avventura della sua Polisportiva Madonnetta in II Categoria. Riesce a conciliare il ruolo di Direttore Generale con quello di giocatore, ma il suo più grande orgoglio è quello di avere dato un'identità del proprio paese di appartenenza alla sua squadra. E' oggi ospite della nostra virtuale sala stampa Doveri Luca.

Benvenuto sulle nostre pagine virtuali Luca, partiamo subito con le domande. Dopo l’ultima piazza dello scorso campionato questa doveva essere la stagione del rilancio per il Madonnetta. Siete soddisfatti del cammino compiuto nelle prime 11 giornate?

"Ciao Guido e buongiorno a tutti i lettori di Calcio Spezzino. Ti dirò, alcuni giocatori a fine della scorsa stagione hanno smesso di giocare perché la delusione era tanta e questa a mio parere è stata sconfitta più grande. Sono quindi soddisfatto del cammino fino ad oggi perché non solo quei giocatori hanno deciso di ricominciare a giocare ma quando arrivi al 2 Gennaio e hai 21 ragazzi al campo ad allenarsi nonostante un piazzamento in classifica non esaltante significa che siamo riusciti a riportare l'entusiasmo che ci ha sempre contraddistinto e puoi solo che migliorare."

La classifica recita settima posizione, però è molto corta e vi vede a soli due punti dai play - off. Dove può arrivare quest’anno il Madonnetta?

"Credo che con l'organico al completo e con i nuovi innesti del mercato di riparazione possiamo fare un girone di ritorno migliore rispetto a quello di andata. L'importante è lavorare poi a fine Marzo avremo una panoramica più chiara e quindi punteremo all'obiettivo alla nostra portata."

Avete altalenato risultati positivi e negativi. Può essere questo il vostro problema principale in questa prima parte di stagione?

"Sì è vero, stiamo purtroppo alternando vittorie a sconfitte con una certa regolarità. Alla lunga potrebbe essere un problema se cominciassimo ad avere una costanza di risultati negativi, ma non penso sarà il nostro caso."

Se l'alternanza fra risultati positivi e negati è certificata, altrettanto importante è la stagione di Nicola Conti ora capocannoniere con 11 reti. Può essere lui l’arma in più per il vostro rilancio?

"Conti è al suo secondo anno in categoria. Quest'anno sta avendo un exploit notevole, ma deve rimanere umile e non adagiarsi. È un giocatore intelligente e tiene molto alla squadra del suo paese. La fame di gol e la costanza contraddistinguono un buon attaccante da un bomber. Al momento Nick è un buon attaccante ed è giovane quindi dipenderà molto da se stesso. Ha la totale fiducia della società, del mister e dei suoi compagni e questo sarà fondamentale per migliorarsi."

Quali avversarie l'hanno maggiormente impressionata in questa stagione e perché?

"L'Arcola possiede un organico molto competitivo composto da almeno 20/22 titolari e la posizione in classifica rispecchia quanto visto finora. Il Beverino, dopo un avvio difficile, sta risalendo la china come tutti si aspettavano, ma la squadra che mi ha più impressionato al momento è La Miniera che unisce alcuni elementi di grande esperienza come Bonelli e dell' ex Mascolo ad ottimi giovani. La squadra di Tenerani e Serafini esprime un ottimo calcio per questa categoria. Possono crescere ulteriormente ed essendo alla prima stagione è una piazza da guardare con interesse."

Qual'è il suo pensiero su un campionato a 12 squadre di cui una fuori classifica. E come si potrebbe ovviare a queste problematiche?

"È facile puntare il dito contro qualcuno e fare una polemica passiva non serve a niente se non a peggiorare le cose. Credo bisognerebbe invece stare al passo con le nuove generazioni di calciatori che purtroppo troppo presto mollano il calcio di categoria perché è "troppo sacrificio". Lo sport è divertimento, ma deve essere educativo sin dalle giovanili. Chi educa quindi genitori, allenatori, dirigenti e organi competenti, ha il dovere morale di tutelare lo sport perché la situazione che stiamo affrontando adesso è il riflesso di una serie di circostanze sia economiche che sociali che da tempo caratterizzano l'Italia in generale. Ci vorrebbe più meritocrazia ed incentivare chi ha passione e dedizione più che quelli bravi, ma svogliati per far si che i giovani calciatori di oggi diventino i dirigenti del domani."

Un suo pensiero sulla lunghissima sosta invernale?

"Beh con 12 squadre è ovvio che la sosta invernale sia lunga, altrimenti il campionato terminerebbe a Febbraio."

Siamo in chiusura, ultima domanda sul suo doppio ruolo. Come riesce a conciliare la posizione da Direttore Generale insieme a quella da calciatore?

"Per motivi lavorativi dall'inizio del 2019 potrò concentrarmi solo sul ruolo di dirigente. Il calcio è la mia passione e farlo per il proprio paese è gratificante in tutti i ruoli. Non è facile conciliare più ruoli sopratutto per l'amicizia che mi lega a molti compagni di squadra che è molto positivo sotto certi aspetti, ma a volte contrasta con il ruolo dirigenziale perché bisogna fare delle scelte difficili e bisogna mettere da parte l'amicizia per il bene della squadra. I ragazzi sanno che possono contare su di me e sono certo che ci toglieremo insieme delle soddisfazioni."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News