Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Gennaio - ore 19.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fuori Regione, il prossimo turno in II Toscana

Il piatto forte è Tirrenia-Poveromo. Negli scontri per il vertice spicca il derby Monti-Filvilla. Leone (Filvilla): "Andiamo a Monti per un risultato positivo." Trasatti (Fivizzanese): "Soddisfatti del nostro gioco."

Fuori Regione, il prossimo turno in II Toscana

La Spezia - Seconda categoria Presentazione della quarta giornata

Dopo quattro turni di campionato, per quanto riguarda le posizioni di vertice si preannuncia una domenica a dir poco elettrizzante, la Tirrenia comanda il gruppo a punteggio pieno in virtù di due successi esterni e una interna a spese del Ricortola. L’impegno da smarcare per la “corazzata” di mister Paolo Alberti si chiama Poveromo, test determinante per svariate motivazioni e particolari condizioni che potrebbero cambiare il volto alla classifica.
Proviamo a “giocare” l’incontro senza dubbio di “cartello” nel rettangolo di Via dei Lecci, nella ipotesi di una affermazione di Lopez e compagni, i cugini andrebbero distanziati di cinque lunghezze, la fuga prenderebbe corpo e aumenterebbero le già consistenti chance del club massese. Nella seconda tesi, con nessun vincitore nel big-match dei Ronchi, le distanze tra le due resteranno intatte, ma qui c’è da mettere in conto la prestazione della Torrelaghese impegnata nel pisano in casa dello Sporting, con i tre punti in tasca la compagine di Lazzerini balzerebbe in testa al girone in coabitazione. Nella terza ipotesi, in caso di sconfitta con il Poveromo , sarà la formazione di mister Paolo Bertelloni a raccogliere lo scettro, con o senza lo spauracchio Torrelaghese.
Solo al termine dei confronti domenicali, si avrà un quadro completo delle combinazioni ipotizzate, sempre in base a certi risultati entreranno in campo ben altre quattro squadre, Filvilla,Monti, Atletico Carrara e Corsanico.
Strapaesana storica al Don Bosco di Monti dove i dragoni di Nicola Bambini in netta ripresa rincontrano a distanza di pochi giorni i giallo neri di Francesco Leone, clamorosamente caduti sotto i colpi del Pisa Sporting Club nell’ultimo turno interno.
Il derby Monti-Filvilla potrebbe segnare una svolta per entrambe le compagini, De Angeli e soci per proseguire il giusto percorso intrapreso da qualche partita, i temi tattici e le scelte del tecnico stanno dando i primi frutti, ampia fiducia al “gruppo storico” e giustificata serenità in casa biancoceleste.
Per gli ospiti, cancellare in fretta il recente scivolone, calarsi con la giusta concentrazione nel campionato e sfruttare l’enorme potenziale messo a disposizione dalla dirigenza della società villafranchese, “vendicare” lo sgambetto di coppa e uscire dall’ennesimo derby con un risultato positivo.
Le due sconfitte consecutive subite nel giro di una settimana non hanno mutato il nostro obiettivo – associa il mister Francesco Leone – il prossimo derby si annuncia ricco di motivazioni, per la “mia” squadra il test con i cugini del Monti è importante, di sicuro andiamo per ottenere un risultato positivo, riscattare questi passi falsi è più che doveroso, non sarà facile, comunque con una buona prestazione cercheremo di riprendere il cammino, lasciato qualche partita fà.
Come in tutte le gare di questo inizio di campionato,dove ha regnato l’equilibrio , i confronti tra paesane hanno un’importanza particolare, in certi contesti alla lunga lasciano il segno.
Non saranno del derby - conclude il tecnico giallo nero – alcuni elementi , ma non voglio metterlo come alibi, il Monti a mio avviso è una buona squadra, quadrata e organizzata, la inserisco tra le candidate unitamente alla Tirrenia, Torrelaghese e Poveromo per “giocarsi” la volata finale , non escluderei il Corsanico, come nella passata stagione partito maluccio, ma alla fine è riuscito a sorprendere tutti fino a disputare la semifinale dei play off.
Come citato per il Monti, in “agguato” c’è la coppia Atletico Carrara/Corsanico, i carrarini di Sergio Bigarani ricevono alla “Fossa” il Migliarino Vecchiano, dove gli ospiti seguono ad una lunghezza in graduatoria Guadagni e compagni, rinfrancati dal primo sorriso stagionale, la matricola guidata dal tecnico Chelotti vorrà dare seguito all’affermazione con il Fortis Cmaiore . I nero azzurri galvanizzati dal successo conseguito a Ricortola si auspicano di aver intrapreso il giusto binario, viaggio che porterebbe Volpi e compagni ad essere una valida protagonista del girone, visto l’organico gli estremi per fare bene ci sono tutti.
Segnali di ripresa si sono visti per gli “orange” del Corsanico, dopo due “tormentati” pareggi, il team di Farnocchia rompe il ghiaccio con il primo successo nel confronto di S.Maria a Colle con la “cugina” Lucca calcio. La squadra collinare che è stata l’indiscussa rivelazione della scorsa stagione , riceve tra le mura amiche l’altalenante Ricortola, nella compagine nero verde si respira aria di riscatto dovuti ai due scivoloni consecutivi, ora i ragazzi di Rossano Brizzi potranno contare sulle prestazioni del “ritrovato” bomber Giorgio Panesi.
Facendo riferimento alle posizioni di classifica troviamo appaiate un’altra coppia di squadre, le due lunigianesi Monzone e Fivizzanese, i granata di mister Fabiani “ridimensionati” dalla sfida con la neo capolista Tirrenia, scendono al “Lombardi” di Pallerone per una sfida che nasconde qualche insidia. La giovane Palleronese , attuale fanalino di coda è consapevole della “forza” e qualità dell’avversario, dovrà decisamente tentare di invertire la rotta, cominciare a fare punti per non compromettere la stagione appena iniziata, il mercato di riparazione è lontano due mesi, circa ben sette gare.
I ducali di Fivizzano godono di buona salute, più che il buon punto guadagnato a Poveromo – accosta l’addetto alle pubbliche relazioni dei ducali Cristiano Trasatti - siamo contenti della nostra prestazione, le notevole assenze di alcune pedine come Diouf pesavano eccome, abbiamo schierato nella parte offensiva una vera “linea verde” e l’esito per noi è stato soddisfacente . La riprova per riscontrare e verificare il nostro progetto si vedrà già domenica davanti al nostro pubblico con l’ostico Lucca calcio.
Ennesimo esame in terra lucchese per la Filattierse, l’ultima della classe scende a Camaiore con l’identico obiettivo simile a quello della “sorella” Palleronese, la classifica in campionato è ancora senza nessun numero, a parte la qualificazione al secondo turno della coppa di categoria, la squadra di Marco Borotti non riesce a decollare, urge anche in questo club voltare pagina, cestinare al più presto quelle precedenti.


Programma gare e arbitri di domenica 9 ottobre 2016 (inizio ore 15,30)

Atletico Carrara-Migliarinio Vecchiano (“Fossa” , Giorgio Frosini di Pistoia)
Corsanico-Ricortola(Bargecchia,Cosimo Papi di Prato)
Fivizzanese-Luicca calcio (Comunale, Michele Farsi di Pisa)
Fortis Camaiore-Filattierese (Camaiore, via Fonda, Federico Leoni di Pisa)
Monti-Filvilla(“Don Bosco”, Luca Bertolini di Livorno)
Palleronese-Monzone(“Lombardi”, Matteo Canci di Carrara)
Pisa Sporting Club-Torrelaghese (“Arno” Putignano, Andi Bisku di Piostoia)
Tirrenia-Poveromo(Ronchi. Carmelo Alaino di Pisa)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure