Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 23.06

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fuori Regione, continua la fuga di Torrelaghese e Tirrenia

Tiene il passo il Fivilla, mentre Monzone e Atletico Carrara perdono terreno. Guizzo della Filattierese nella bassa classifica.

Fuori Regione, continua la fuga di Torrelaghese e Tirrenia

La Spezia - La decima giornata del girone di ritorno ha visto il successo delle prime tre squadre della classifica, la capolista Torrelaghese fatica più del previsto contro i pisani del Migliarino, ma alla fine si aggiudica i tre punti che gli permettono di consolidare il primato che è stato istaurato e che persiste dalla 18^a giornata. Primo posto che è fortemente insidiato dalla Tirrenia di mister Paolo Alberti, i giallo blu con un gol per tempo espugnano il campo di Putignano,successo griffato dalle due bocche da fuoco massesi Lopez e Kabashi, che permettono di rimanere a due lunghezze di distacco. Perde terreno il Monzone che si fa bloccare tra le mura amiche da una coriacea e combattiva Ricortola sempre nel segno dell’intramontabile Giorgio Panesi. Nonostante il mezzo passo falso di Ragonesi & soci davanti ai propri sostenitori rimane intatta la quarta posizione, vista la battuta d’arresto della diretta concorrente Atletico Carrara a Villafranca.
Immediato riscatto del Fivlilla, dimenticato in fretta lo stop di Migliarino la formazione giallo nera rimanda battuto un’organizzato Atletico Carrrara, i nero azzurri di mister Bigarani si arrendono nelle battute finale alla decisiva doppietta di Occhipinti.
Il successo odierno del team lunigianese tiene inalterato le distanze (-3) dalla Tirrenia e mantengono immutate le ambizioni di poter raggiungere la vetta, in previsione nelle cinque gare rimanenti sfruttando eventuali esiti negli scontri diretti, per il momento, tra le prime quattro squadre di vertice. Per le “vespe” il finale di stagione come è per le dirette antagoniste il campionato si deciderà probabilmente al foto-finish, il nostro cammino – associa il d.s. giallo nero Valerio Giacopinelli – è un mix di difficoltà incontreremo sia le pericolanti e le squadre di vertice. Il cosi detto ciclo di ferro inizia già domenica in casa del Lucca calcio, dove i bianco rossi di mister Del Barga sono reduci da ben cinque sconfitte consecutive in piena lotta con il Pisa Sporting Club e i cugini della Filattierese per evitare le partite per non retrocedere. A parte gli eventuali “favori” delle altre, noi crediamo nelle nostre possibilità - conclude il diesse – come è stato nella gara con i nero azzurri di Carrara è emerso alla distanza il “carattere” del Filvilla, componente fondamentale che ci dovrà accompagnare fino alla fine di questo equilibrato e avvincente campionato.
Mantiene ancora la posizione play off l’Atletico Carrara che al “Bottero” si è vista interrompere la striscia positiva che durava da sette lunghi turni, vedendosi ridurre il distacco a due punti dal ritrovato Poveromo. Per gli “orange” di mister Bertelloni il convincente successo con il pericolante Lucca calcio si riapre lo spiraglio e la porta del girone degli spareggi. La riprova di Rubino e compagni è nelle prossime partite, autentiche “finali” da dentro o fuori, sopratutto per tastare le ambizioni e le energie rimaste della compagine massese, si inizia ospitando la prima della classe, trasferta in quel di Monzone e nel penultimo turno interno scendono ai “Ronchi” il Filvilla.
A centro classifica proseguono il loro percorso con risultati altalenanti la coppia Corsanico-Monti, i collinari di mister Farnocchia cadono a Filattiera e perdono contatto dall’ultimo posto disponibile, prestigioso piazzamento che attualmente è nelle mani dell’Atletico Carrara. I dragoni del Monti invece dopo aver “sudato” e poi vinto il derby con la Fivizzanese si respira per l’ennesima volta aria di speranza. La compagine biceleste si aggiudica la quarta strapaesana, guidando la parziale ma autorevole graduatoria nei derby in terra di Lunigiana, ma specialmente quello che fa ben sperare il team di Nicola Bambini è la possibilità di agganciare il treno dei play off, obiettivo che era nei programmi di capitan Terenzoni & soci. L’impresa non è facile - accomuna il tecnico dei veneliesi - ma non è neppure impossibile, il nostro cammino ruota negli scontri diretti che disputeremo davanti al nostro pubblico con l’Atletico Carrara e Poveromo, rispettabili avversarie che ora ci sono davanti. Continuo ad essere fiducioso dei “miei” ragazzi - termina mister Bambini,in questo periodo dove lo stato di salute della squadra è più che ottimale, ci terrei a raccogliere, anche in queste poche gare, quei risultati che in altre circostanze per svariate motivazioni non sono arrivati. Il momento a mio avviso è delicato per tutti, di sicuro l’esito di queste cinque “finali” decreteranno la vincente e chi deve scendere di categoria. Se poi ci sarà come nelle passate stagioni una coda, mi auspico di esserci, per spareggiare vuol dire che non avremmo lavorato poi così male, differentemente si tireranno ugualmente le somme della stagione.
A ridosso del centro classifica si presenta la new entry Fortis Camaiore, il rotondo successo esterno a Pallerone aumenta la scommessa dei giallo blu versiliesi. Insperata e non preventivata la scalata dell’undici di Camaiore alla vigilia del campionato, l’efficace striscia positiva trainata dal bomber di casa Luisotti permette alla formazione di mister Orsetti di ambire a posizioni più che dignitose. Tra sette giorni si prospetta un’interessante banco di prova tra le mura amiche, sono attesi sul sintetico di Camaiore i granata del Monzone.
A piccoli passi cerca di uscire dalle sabbie mobili il Ricortola di Rossano Brizzi, dopo essere passati indenni al “Giannetti” di Monzone, i nero verdi presi per mano dal “monumentale” Giorgio Panesi si apprestano ad un finale di campionato “sulla carta”tutt’altro che agevole. Nelle cinque giornate da smarcare la compagine massese incontrerà le tre dirette avversarie della “zona rossa” scendono per primi in via delle Pinete la Filattierese e il Pisa Sporting Club, intervallata dalla trasferta di Pallerone, quindi nel giro di tre/quattro partite si decide a grandi linee la stagione, da non trascurare la “celebre” forbice diramata dalla lega.
Per la parte bassa della classifica sorridono solo i giallo verdi di Filattiera, il successo ottenuto con il minimo scarto sul Corsanico ha tonificato non poco l’ambiente del club lunigianese.I tre punti intascati sono stati di vitale importanza riaprendo dopo due sconfitte consecutive le speranze della squadra di Fabiano Centofanti, il distacco dai pisani dello Sporting si è ridotto a tre lunghezze, la possibilità di poter riuscire a scavalcare i diretti concorrenti non è più un miraggio, la Leocini-band metterà tutte le forze a disposizione per centrare l’insperata impresa.
La vera impresa, a mio vedere -unisce- il mitico Jaury – è stata fatta nella gara con i lucchesi, dove la squadra scesa in campo orfana di ben cinque titolari, e senza cambi all’altezza della situazione, nonostante la massiccia defezione ha messo in campo un mix di fattori che alla fine hanno dato i suoi frutti, tanto cuore, tanto coraggio e tanta voglia di fare risultato. Conto quanto prima di avere almeno quei elementi di qualità ed esperienza, Filippi ed Alberti per citarne un paio, giocatori che ci possono dare un forte aiuto nel credere fino in fondo a questa missione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure