Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Agosto - ore 20.29

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fuori Regione, Torrelaghese fuga decisiva

Rallenta la Tirrenia, cade il Filvilla, tengono il passo Monzone,Atletico Carrara e Corsanico Monti : in nove ripara la giornataccia dell’arbitro Filattierese : un punto per sperare ancora Palleronese : i granata lasciano la seconda categoria

Fuori Regione, Torrelaghese fuga decisiva

La Spezia - L’entusiasmante campionato di seconda categoria in dirittura d’arrivo inizia ad emettere qualche verdetto, i versiliesi della Torrelaghese con la freccia accesa costantemente rimangono nella corsia preferenziale, contiene il distacco salito -4 la Tirrenia bloccata a Fivizzano.
Perde contatto con le prime il Filvilla scivolato a Lucca, fanno punti il Monzone corsaro a Camaiore e l’Atletico Carrara che consolida il quinto posto nei play off.
Il Corsanico torna alla vittoria e condanna la Palleronese, rimane aperta la lotta per evitare i play out tra la Fivizzanese e il Ricortola.
A quattro turni dell’appassionante torneo di seconda categoria, dopo la scoppiettante giornata numero ventisei, si comincia a intravedere quei obiettivi prefissati da molte squadre sia per la vittoria del titolo di campione, per chi aspira di salire di categoria tramite i play offe e chi deve rimanere nella categoria attraverso i play out.
Per quanto riguarda la corsa al titolo per salire direttamente in prima categoria, mette un sostanzioso tassello la compagine versiliese della Torrelaghese uscita con non poche “polemiche” dal match dei Ronchi con un mai domo Poveromo. La fuga intrapresa sembra quella decisiva è stata agevolata dal mezzo passo falso della Tirrenia in alta lunigiana e addirittura dalla sconfitta dei giallo neri di mister Leone in casa della pericolante Lucca calcio. Il cammino della capolista dopo il prossimo turno casalingo con il Lucca calcio vede il team di mister Lazzarini difendere il primato in quel di Monzone e dopo la sosta pasquale risalire nuovamente in lunigiana per la seconda trasferta consecutiva al “Bottero” di Villafranca ospite del Filvilla. Senza dubbio dopo le due “delicate” esterne, le bocche da fuoco Florio & Matrone potranno disegnare una linea più precisa del “progetto” squadra campione.
Si allunga in divario tra la squadra leader e l’inseguitrice Tirrenia, il distacco ora è di quattro punti, la compagine di mister Paolo Alberti è stata fermata al comunale di Fivizzano da una agguerrita Fivizzanese. I giallo blu ribaltano lo svantaggio iniziale con la doppietta di Kabashi e dopo essere stati raggiunti dal “solito” Tedeschi hanno la possibilità di aggiudicarsi il match con il calcio di rigore che lo specialista Lopez in pieno recupero si fa parare dall’esperto portiere Pasquali. Il programmato avvicinamento o aggancio alla capolista è rimandato purtroppo alle restanti quattro giornate del torneo.
Per la formazione medicea in piena “bagarre”per uscire dalla zona di pericolo vedono sfumare un successo di assoluto prestigio, la coppia guida Bertoli-Grandetti, per non correre ulteriori rischi di essere assorbiti dalla diretta concorrente Ricortola, dovrà racimolare i punti necessari per la salvezza diretta programmata in tempi non sospetti, già dalla prossima sfida a Pallerone nel derby.
Si riaffaccia in terza posizione il Monzone che torna da Camaiore con tre punti di vitale importanza, il convincente successo di Yari Ragonesi & compagni permette ai granata di agganciare i cugini villafranchesi, con l’intento di insidiare il secondo posto nelle mani della Tirrenia. Anche per il duo Damiani-Fabiani il finale di campionato vede la formazione della Valle del Lucido disputare tre autentici spareggi su quattro davanti al proprio pubblico, nell’ordine Poveromo,Torrelaghese e Filvilla, match-verità che potrebbero modificare ulteriormente l’ordine della classifica finale.
Chi si tiene stretto la quinta posizione sono i nero azzurri dell’Atletico Carrara che continuano a macinare gioco e portare più farina al proprio mulino. Riscatta con merito la sconfitta di Villafranca, ribaltando il doppio svantaggio iniziale dei pisani dello Sporting, nel finale di gara Benassi e la doppietta del costante Luzzoli fanno esplodere la mitica “Fossa”, facendo anche un “favore” alla Filattierese, agevolazione quasi bruciata dal, Ricortola. Il team di mister Biagrani vista la tranquilla posizione di classifica in virtù degli ottimi risultati conseguiti in questa stagione, da qui alla fine il team carrarino deve resistere agli attacchi delle concorrenti che sono per il momento fuori dagli spareggi, iniziando dalla prossima trasferta a Monti.
Il Corsanico torna alla vittoria dopo cinque giornate, rifila un poker di reti alla formazione di mister Maurizio Tesconi, aggancia al sesto posto il Poveromo e continua a credere nelle poche chance che rimangono di qui alla fine del campionato, l’impresa che si prospetta non è delle più facili ma sperare e sognare costa ben poco.
A centro classifica regnano i dragoni del Monti, la squadra lunigianese nella trasferta pisana è stata protagonista di una indelebile pagina di calcio a dir poco eroica per merito dei suoi giocatori e per il comprensivo stato d’animo degli avversari. Riavvolge il nastro della partita di Migliarino il tecnico di Soliera Nicola Bambini, sono ancora angosciato – riflette il tecnico – non riesco ancora a capire quello che è passato nella testa del direttore di gara, con le sue affrettate decisioni a danneggiato (noi e loro) una partita che fino a quel momento è stata piacevole e giocata soprattutto a calcio. La posta in palio era solo quella di portare a casa i tre punti per entrambe, e smarcare nei migliori dei modi l’impegno,la loro classifica è leggermente peggiore della nostra, e in tal caso erano loro i più motivati. Il nostro filo di speranza- sottolinea il mister – dopo essere usciti indenni nel pisano era il passo falso delle squadre che sono avanti, per nutrire una minima speranza di avvicinarsi al girone play off, le tre decisioni-lampo dell’arbitro hanno cancellato tutto in pochi secondi. Trovo veramente assurdo fare tot chilometri, preparare la gara dopo una settimana di allenamenti specifici e tutto quello che comporta una trasferta del genere, subire una clamorosa penalizzazione, fatto che in quel contesto ci ha tolto la voglia e sopratutto le motivazioni di proseguire la partita. Dopo pochi minuti di gioco subire una doppia espulsione del genere perché un nostro giocatore profferiva parole blasfeme, veniva seguito immediatamente dal compagno di squadra che chiedeva lumi per l’affrettato provvedimento, con il rischio che altri nostri seguivano i primi due, è veramente inamissibile. Dallo sbigottimento generale sia in campo e sulle tribune la gara prendeva un andamento diverso da come si era iniziato il pomeriggio a Migliarino. Giornata solare, ottimo l’approccio con i dirigenti e i giocatori delle due società, come era avvenuto nell’incontro di andata. Già era discutibile il rigore assegnato contro, ma ci poteva anche stare, nel proseguo il direttore di gara danneggiava tutto quello che c’era da distruggere in pochi secondi. A quel punto affrontare il match era estremamente difficile sotto tutti i punti di vista, numerico, tecnico e sopratutto mentalmente. La ciliegina dell’arbitro arriva quando decreta a nostro favore un calcio di rigore sul finire del primo tempo, dopo qualche scambio di opinioni con il giocatore atterrato, cambia versione annulla la decisione e ammonisce il nostro calciatore. In un clima surreale il secondo tempo si è disputato con il buon senso messo in atto da tutti i protagonisti della gara, loro per cercare di chiudere la gara quanto prima senza riuscirci un po' per sfortuna e un po' per la bravura dei nostri giocatori che avevano triplicato le forze, dove venivano premiati allo scadere del match con il gol del pareggio. Tengo a precisare anche a nome della nostra dirigenza un paluso al comportamento della società e squadra del Migliarino Vecchiano, fair play allo stato puro,senza dubbio esempio da prendere in considerazione. Oltre al danno avuto – conclude mister Bambini – subiremo anche la beffa, quella di non poter utilizzare per le prossime partite i giocatori mandati anzitempo sotto la doccia, questo signori non è calcio.
Nella gara clou della giornata, quella che riguardava le compagini dei play out, nel rettangolo di Ricortola si è visto le due squadre affrontarsi a viso aperto tutte e due con l’obiettivo dei tre punti. A pochi minuti dalla fine i giallo verdi di Filattiera stavano per compiere il colpaccio, beneficiavano in contemporanea anche l’aiutino dall’Atletico Carrara che stoppavano i pisani dello Sporting, La truppa di mister Fabiano Centofanti in vantaggio con l’esperto Cerutti dagli undici metri venivano raggiunti allo scadere da gol di Giusti su preciso assist dell’intramontabile Panesi, obiettivo raggiunto solo a metà per entrambe, successo che rimandano ai prossimi impegni. I nero verdi di Rossano Brizzi saliranno a Villafranca nella delicata trasferta, mentre Leoncini & soci riceveranno alla “Selva” di Filattiera l’ostica compagine pisana del Migliarino, con l’aspirazione di continuare a sperare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure