Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Agosto - ore 19.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Carlo Lorieri, classe 1954, da presidente a centravanti del suo Romito

Il vulcanico massimo dirigente dei gialloblu è sceso in campo domenica scorsa al "Canese" vista l'iniziale assenza del portiere Bellacci e i suoi ragazzi sono tornati alla vittoria dopo nove turni

Carlo Lorieri, classe 1954, da presidente a centravanti del suo Romito

Arcola - Quando il momento del bisogno richiede un sacrificio chi ama profondamente la propria squadra non guarda in faccia a niente e nessuno, a maggior ragione in questo caso specifico non guarda la carta d'identità... Stiamo ovviamente parlando del presidente Carlo Lorieri (nella foto, N.d.r.) che nel momento del bisogno per la sua Polisportiva Romito non ci ha pensato su due volte e si è rinfilato gli scarpini ai piedi nonostante le 64 primavere ed eccolo pronto con il N°9 sulle spalle calcare il terreno di gioco del "Canese" di Piana Battolla nel match valido per la 18° giornata del campionato di II Categoria della Spezia. Insieme ai suoi ragazzi ha affrontato l'Olimpia Piana Battolla e alla fine ha potuto gioire, dalla panchina essendo poi stato sostituito intorno al 19° dal portiere Bellacci, per la ritrovata vittoria della squadra di mister Trivelloni. Bottino pieno che ai gialloblu mancava da ben nove turni. A spiegare meglio l'accaduto ai microfoni di Calcio Spezzino ci ha pensato proprio il "Cannibale" Paolo Trivelloni.

"Purtroppo domenica ci siamo inizialmente trovati senza il nostro portiere Bellacci che doveva arrivare da Forte dei Marmi e quindi abbiamo dovuto ritardare l'inizio del match. Arrivati a 5' minuti dal tempo massimo di attesa l'attaccante Gabelli mi ha suggerito di iniziare con il presidente Lorieri in attacco al suo posto e lui in porta in modo che appena Bellacci fosse arrivato lui sarebbe tornato a fare la punta e il nostro portiere avrebbe rilevato il presidente Lorieri, il tutto era stato escogitato per non perdere un cambio data la ristrettezza della rosa in cui in questo periodo ci troviamo. Ci ho pensato un attimo, ho guardato negli occhi il presidente ed è scattata subito l'intesa. Si è messo a disposizione dei suoi ragazzi cambiandosi in due minuti pronto a calarsi nella partita nei panni del giocatore dimostrando tutto l'attaccamento che ha per questo gruppo. Penso sia stato un gesto importante che ha dato i suoi frutti e che ha fatto si che tutta la squadra triplicasse le forze fisiche e mentali venute meno nelle precedenti partite. Penso che a 64 anni non sia da tutti debuttare in II Categoria e soltanto un grande come Carlo Lorieri lo poteva fare. Aggiungo che il giocatore che avrebbe dovuto partire in porta per poi essere subito sostituito se non fosse sceso in campo il presidente, ossia Mammalella, è stato decisivo nell'assist su calcio d'angolo per il gol di Coppola che è valso l'1 - 2 finale al 94°. Coincidenze? Io non credo..."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News