Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Dicembre - ore 23.19

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

San Cipriano più preciso dal dischetto, battuta la Tarros

Decide un penalty di capitan Zanforlin, mentre Samuele Musetti si fa ipnotizzare da Moscato che neutralizza il tiro dagli undici metri per i rossoneri. Brutta partita, specialmente in un secondo tempo avarissimo di emozioni.

San Cipriano più preciso dal dischetto, battuta la Tarros

Sarzana - Nel match del "Miro Luperi" fra Tarros Sarzanese e San Cipriano la differenza maggiore l'ha fatta la precisione dal dischetto. Gli ospiti hanno infatti realizzato il loro penalty con capitan Zanforlin, mentre i padroni di casa lo hanno fallito con il proprio bomber Samuele Musetti e questo è costato la sconfitta all'undici di mister Stefano Lucchi. Una partita di certo non bella, anche se nel primo tempo qualcosa di più si è visto, mentre nella ripresa anche per via dell'immediato infortunio di Koleci i padroni di casa hanno faticato. Lucchi, squalificato in panchina Ranghetti, ha assenze importanti a centrocampo dove sono out Fedoryshin e Bertolla ed in attacco dove l'indisponbile è Dell'Ovo. In mezzo viene quindi riportato Marozzi, al rientro dalla squalifica, mentre la coppia offensiva Samuele Musetti - Koleci è assistita da Ponte. Gli ospiti di mister Rossetti puntano forte sulla qualità in regia di capitan Zanforlin ed il tridente offensivo formato da Nicolò Rossetti, fratello del mister, ai cui lati agiscono il temibile Raiola e Siani, quest'ultimo il primo a rientrare sulla linea dei centrocampisti in fase di non possesso palla per passare ad una mediana più coperta. Nei primi venti minuti di gioco veramente poco da segnalare, le due squadre si fronteggiano studiandosi reciprocamente. Al 20° Merlo stende Samuele Musetti al limite dell'area meritandosi l'ammonizione. Lo stesso N°10 di casa calcia colpendo in pieno la barriera, il pallone gli ritorna tra i piedi e l'esperto centravanti prova il diagonale incrociato con la conclusione che va a sfiorare la base del palo. Conclusione pericolosa e Moscato che non sembrava poterci arrivare se il pallone fosse stato in porta. Al 24° lo stesso Musetti è fermato per fuorigioco, dubbio, quando si stava per presentare a tu per tu con l'estremo difensore ospite. Passa un minuto ed ecco che si fanno vivi gli ospiti a destra con l'attivo Siani che crossa in mezzo un pallone bucato dalla difesa di casa, ma Raiola non riesce incredibilmente ad agganciare solo al limite dell'area piccola. Occasione potenziale molto ghiotta che sfuma per i genovesi. Passano poco meno di cinque minuti e Macchioni si ritrova in area troppo libero Rossetti N., in un primo tempo sembra poter contenere l'attaccante del SanCi, ma poi lo stende nettamente provocando un evidente rigore. Cartellino giallo per il difensore di casa, mentre sul dischetto si porta lo specialista Zanforlin (nella foto di Renato Villa mentre esulta, N.d.r.) che non perdona spiazzando Bertagna per il vantaggio ospite. Per il capitano bianco azzurro è la 10° realizzazione della stagione. Ancora cinque minuti sul cronometro dell'arbitro e Koleci penetra in area dalla sinistra, salta un difensore e supera anche Moscato, arrivato da qualche settimana in regime di svincolo dopo che la scorsa stagione aveva fatto parte del Sestri Levante in Serie D, che lo stende. Anche in questo caso è rigore ed ammonizione per il portiere di mister Rossetti, che riesce però a farsi perdonare respingendo con un tuffo alla sua destra il tiro dagli undici metri scoccato da Samuele Musetti. Al 42° grossa l'occasione per il raddoppio del SanCi: schema su calcio d'angolo con il pallone che viene toccato corto a Zanforlin il quale cede a Siani che mette subito in mezzo dove Rossetti N. salta più in alto di tutti, ma incredibilmente di testa non inquadra lo specchio della porta dal cuore dell'area. Allo scoccare del primo tempo ancora l'attivissimo Siani scende a destra e piazza un cross rasoterra all'indietro per il rimorchio di Raiola che dal limite conclude però sul fondo sprecando una buona occasione. Duplice fischio e squadre al riposo. La ripresa si apre nel peggiore dei modi per la Tarros che dopo appena 2' minuti di gioco è costretta a sostituire per infortunio Koleci. Al 50° a prendere il suo posto è Piastra. Una ripresa in cui succede veramente poco con la Tarros praticamente incapace di rendersi pericolosa per provare a pareggiare i conti. Al 57° Siani effettua un bel "dai e vai" con un compagno e piazza l'ennesimo traversone interessante, ma in questa circostanza la difesa di casa è attenta e riesce ad anticipare l'intervento degli attaccanti ospiti spazzando il pallone. Al 70° Raiola, servito lungo dalle retrovie, prova un diagonale destro che esce a fil di palo. Ultima azione per l'ex bomber di Albenga e Rivarolese sostituito da Antonelli, un cambio che copre maggiormente la formazione genovese a protezione del vantaggio e dà il via alla classica girandola di sostituzioni. La Tarros però non si scuote e non va oltre a qualche tentativo di traversone in mezzo all'area. Non succede in pratica altro in un secondo tempo veramente avaro di emozioni e da dimenticare. Tre punti importanti ed una grande esultanza per il San Cipriano che raggiunge la matematica salvezza e ora può cullare addirittura sogni Play - Off dato che i ragazzi di mister Rossetti si portano a sole due lunghezze dalla quinta piazza per gli spareggi promozione. La formazione rossonera rimane invece terzultima in classifica vedendo avvicinarsi il Don Bosco e soprattutto con la zona della salvezza diretta che si allontana ulteriormente. Migliore in campo Siani del San Cipriano spina nel fianco della difesa di casa che mette spesso in difficoltà con la sua mobilità ed i suoi cross il giovane Caleo, oltre a dare una grossa mano in fase di copertura. Buona anche la prova in regia di capitan Zanforlin impreziosita dalla decisiva rete dal dischetto. Nella prestazione complessiva di certo non esaltante dei rossoneri si salva un Borrello ultimo ad arrendersi e che prova in tutti i modi a dare sostanza al reparto mediano del campo già orfano di Bertolla e Fedoryshin.

Tabellino

Tarros Sarzanese - San Cipriano 0 - 1
Marcatore: 30° [Rig.] Zanforlin

Note: al 41° Moscato (S) respinge un rigore a Musetti (T)

Tarros Sarzanese: Bertagna, Desogus, Caleo (83° Canton), Porqueddu, Macchioni, Calzolari, Marozzi (78° Tonelli), Borrello, Koleci (50° Piastra), Musetti, Ponte. All. Lucchi.
A disp.: De Vita, Arfanotti, Barbati, Pellini.

San Cipriano: Moscato, Raganini, Villa, Desimone, Merlo, Cambiaso, Siani (86° Paolessi), Zanforlin, Rossetti N., Raiola (71° Antonelli), Fili. All. Rossetti C.
A disp.: Dondero, Balsamo, Ottonello, Stilo, Rizquaoi.

Arbitro: Sig. Burrone di Novi Ligure.
Assistente N°1: Sig. Arado di Genova
Assistente N°2: Sig. Caggiano della Spezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure