Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Febbraio - ore 14.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nicolò Campagni, il N°12 con il vizio del gol

Domenica ha segnato un gol, ma poi ha chiuso tra i pali. "In allenamento mi improvviso portiere e provo i rigori" "Grazie a Nicolò e ai compagni è andata bene!" "F&C prima salva e poi..." "Fede? Lo abbiamo obbligato a giocare a calcio dopo un gol"

Nicolò Campagni, il N°12 con il vizio del gol

La Spezia - Nicolò Campagni, classe '97, centrocampista con il vizio del gol, attuale capocannoniere stagionale della Forza e Coraggio con 6 reti all'attivo. O forse no? Bé, qualche dubbio sicuramente sarà venuto a chi, presente tra gli astanti del match della scorsa domenica pomeriggio al "Tanca" tra graziotti e Little Club G. Mora, avrà visto il centrocampista infilarsi maglia N°12 e guantoni da portiere e disputare i secondi 45' minuti di gioco non nel centro del centrocampo, ma bensì a difesa dei pali. E tutto sommato diremmo che la cosa non è neanche andata male visto che la squadra di mister Consoli alla fine ha portato a casa l'intera posta in palio centrando una bella vittoria. Per dirimere "il caso" non potevamo altro che contattare il diretto interessato e porgli qualche domanda.

Buongiorno Nicolò e benvenuto sulle nostre pagine virtuali. Domenica scorsa è stato protagonista, suo malgrado, in due ruoli diversi. Primo tempo in quello naturale da centrocampista, secondo frazione a difesa dei pali. Ci racconti come hai vissuto la partita...

"Posso dire che è stata una partita veramente incredibile! Il primo tempo ho giocato nel mio ruolo naturale, ovvero quello di centrocampista, e nel secondo a causa di un brutto infortunio al nostro capitano e portiere Nicolò Mozzachiodi mi sono trovato a dover giocare tutta la ripresa in porta. Mi sono "sacrificato" volentieri, prima viene il gruppo e per il bene della squadra sono disposto a fare questo e altro."

Questa scelta di improvvisarsi portiere nasce in modo casuale?

"No, la decisione di andare in porta non è stata una scelta improvvisata. Sia con il mister che con la squadra, vista l'assenza dell'altro portiere Stradini per motivi lavorativi, avevamo deciso che in caso di necessità sarei stato io a sostituire Mozzachiodi, anche perché durante la settimana quando manca qualche portiere al campo mi diverto ad improvvisarmi in quel ruolo."

I suoi compagni come l'hanno incoraggiata all'intervallo e come hanno vissuto questo secondo tempo un po’ particolare?

"Devo dire che mi hanno dato una grossa mano, soprattutto Nicolò che prima di consegnarmi i suoi guanti mi ha rassicurato e ha provato ad insegnarmi qualche trucchetto del mestiere... Poi devo ringraziare tutta la squadra che, per fortuna, non ha quasi mai permesso agli avversari di calciare in porta, sennò sarebbero stati dolori. Alla fine è andata bene!"

Nell'altro suo ruolo da centrocampista si è dimostrato un cecchino dal dischetto, di fatto con ben sei gol realizzati finora è il bomber stagionale della Forza e Coraggio

"Mi piace molto calciare i rigori, infatti mi fermo spesso dopo l'allenamento per farmi trovare preparato la domenica. Per quanto riguarda il fatto di essere il "bomber" rossobianco questa è una cosa che mi rende molto felice e speriamo di farne ancora qualcuno. Un obiettivo? Magari quello di avvicinarmi alla doppia cifra, non sarebbe affatto male.."

La partenza in estate di una colonna del centrocampo come Palagi ha contribuito ad accelerare la sua maturazione venendo “responsabilizzato” nel ruolo di play basso davanti alla difesa. Come si trova in questo nuovo ruolo?

"Ho avuto la fortuna di giocare un anno e mezzo con Stefano, lui è una persona fantastica sia in campo che fuori dal rettangolo verde e alla quale voglio un gran bene. Sostituirlo? Faccio del mio meglio per non far rimpiangere la sua partenza anche, se so che non sarà per niente facile, il ruolo in sé però mi piace molto e mi trovo bene in questa nuova posizione."

Ad oggi che campionato è quello di Promozione e che ambizioni può ancora nutrire la sua Forza e Coraggio?

"Il campionato di quest'anno è molto avvincente e combattuto, in effetti si può vincere e perdere con tutti come hanno dimostrato queste prime 16 giornate. Il nostro obiettivo primario è quello di centrare la salvezza il prima possibile, poi magari in seguito potremmo levarci altre soddisfazioni, in fondo nel calcio mai dire mai..."

Facciamo un gioco: chi è più bravo a calciare i rigori tra lei e suo fratello Federico?

"Allora, penso di poter dire che dagli undici metri sono più bravo di mio fratello, ma forse solo perché a lui non li fanno battere..."

Allora così è troppo facile, cambio domanda. Chi è più bravo dei due sui calci di punizione?

"Sulle punizioni, purtroppo, non c'è sfida, lui è molto più forte di me...ha sfidato anche Gollini!"

A parte gli scherzi cosa pensa di suo fratello giocatore? In cosa vi assomigliate e in cosa differite?

"Penso che Fede sia un bel giocatore. La cosa che ci accomuna di più è la passione per lo sport, sono contento di avergliela trasmessa. Ti racconto un aneddoto: fino a 7/8 anni Federico non giocava perché aveva paura, poi un giorno è venuto ad allenarsi con noi alle Pianazze, avevamo tutti almeno tre anni di più, ma lui è entrato in campo convinto e dopo poco ha subito fatto gol in una partitella. Segno del destino? Non lo so, so solo che da lì lo abbiamo "obbligato" ad iniziare a giocare. Spero che si tolga tantissime soddisfazioni, spesso il sabato lo vado a vedere e, a proposito, vorrei fare i complimenti alla Fezzanese Juniores per lo splendido campionato che sta facendo."

Siamo in chiusura, vuole aggiungere qualcosa prima dei saluti?

"Vorrei fare una grande in bocca al lupo di pronta guarigione a Nicolò Mozzachiodi, ti aspetto presto in campo capitano! E poi vorrei ringraziare te per avermi dato la possibilità di fare questa splendida intervista, un saluto a tutti i lettori di Calcio Spezzino!"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News